Commercio nel forese, proseguono gli incontri: "Uniti per arrivare ad un piano di interventi"

"La partecipazione a questi incontri - commentano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore a Sviluppo e Giovani Lorenzo Zammarchi - confermano quanto sia mirato il programma di incontri messo in campo in queste settimane"

Nei giorni scorsi si sono svolti due nuovi incontri fra l’amministrazione comunale (rappresentata dall’Assessore Lorenzo Zammarchi) ed i commercianti delle periferie, nell’ambito del percorso di ascolto sui problemi del commercio e del piccolo artigianato nelle zone più periferiche della città. Il primo incontro si è svolto con gli operatori economici di Calisese, Casale, Saiano, Carpineta, S. Tomaso e Madonna dell’Olivo, mentre il secondo ha chiamato a raccolta i commercianti di Ponte Pietra, Ruffio, Bulgarnò, Villa Casone e Capannaguzzo In entrambi i casi, hanno partecipato attivamente agli incontri sia i presidenti di Quartiere (Giacomo Zoffoli al quartiere Rubicone e Nicoletta Dall’Ara al quartiere Al Mare), sia i rappresentanti delle Associazioni di categoria (Bucci per Confcommercio, Zanfini e Spanò per Confesercenti, Rocchi per Cna e Picone per Confartigianato), contribuendo all’analisi dei problemi ed alle possibili soluzioni attuabili.

"La partecipazione a questi incontri - commentano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore a Sviluppo e Giovani Lorenzo Zammarchi - confermano quanto sia mirato il programma di incontri messo in campo in queste settimane. I 24 commericanti del quartiere Rubicone ed i 10 del quartiere Al Mare dimostrano come l’approccio giusto per arrivare ad un piano organico di interventi a sostegno delle attività economiche nelle periferie, debba partire proprio dall’ascolto di chi, quotidianamente, vive la quotidianità delle nostre frazioni. L’approccio che stiamo registrando in questi incontri è assolutamente propositivo, con un’attenzione particolare rivolta ai problemi concreti. Praticamente tutti pongono l’accento sul bisogno di prestare particolare attenzione alla qualità urbana (svuotamento dei cestini, pulizia delle aree, manutenzioni ed arredo urbano) così come si sviluppa sempre più il tema dei rapporti di comunità (dal bisogno di senso civico all’organizzazione di “feste di vicinato”, fino all’organizzazione di iniziative di incontro e socializzazione)”.

“Oltre a queste istanze - proseguono gli amministratori - gli operatori hanno toccato temi più inerenti alla vita delle loro imprese, quali la lotta alla sburocratizzazione, il carico fiscale, l’accessibilità e la sosta in prossimità delle aree commerciali delle frazioni e la lotta all’abusivismo ed un progetto di segnaletica che identifichi i negozi. L’approccio continua ad essere molto costruttivo, tanto che gli incontri non si esauriscono in elenchi di critiche e lamentele, ma si fondano anche su proposte e progetti, come l’idea di predisporre un progetto di segnaletica che vada ad identificare i negozi delle frazioni, la creazione di mappe che individuino sia i posti di maggiore interesse sia gli esercizi commerciali e la promozione turistica delle aree più periferiche della città, attraverso progetto specifici di valorizzazione e l’allargamento degli Infopoint turistici anche agli esercizi commerciali”.

“Quel che ci fa particolarmente piacere - concludono - è riscontrare come i commercianti riescano ad inserire le problematiche delle loro attività dentro ad un contesto generale, dimostrando grande capacità di visione globale della città. In questo, senza dubbio, contribuisce il grande lavoro che le Associazioni Confesercenti, Confcommercio, Cna e Confartigianato svolgono quotidianamente nei confronti dei propri associati. Non a caso, le stesse Associazioni di categoria stanno partecipando attivamente agli incontri, consapevoli di come, da questo percorso, possa scaturire un progetto complessivo di supporto alla rete commerciale della città. A loro, così come ai presidenti di Quartiere, desideriamo rivolgere il nostro ringraziamento per aver deciso di prendere parte a questa fase della vita amministrativa della città”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento