Commercio, Confesercenti ai candidati sindaco: "Scongiurare il modello Forlì"

Scongiurare il "modello Forlì": lo chiede con un appello ai candidati sindaci Graziano Gozi, direttore Confesercenti Cesenate. Il modello commerciale forlivese che va verso la massima liberalizzazione

Scongiurare il “modello Forlì”: lo chiede con un appello ai candidati sindaci Graziano Gozi, direttore Confesercenti Cesenate. Il modello commerciale forlivese che va verso la massima liberalizzazione – spiega Gozi – prevede che ogni area prevista per ospitare nuove medie o grandi strutture commerciali diverrebbe idonea ad ospitare sia strutture per la vendita di alimentari che di extralimentari.

Un'opzione che Confesercenti vuole assolutamente scongiurare. Spiega Gozi: “In tre righe il Comune di Forlì vorrebbe superare ogni tipologia merceologica come definita dalla normativa vigente, dal Decreto Bersani in poi. Questa scelta ci preoccupa per gli effetti che può avere sulla rete commerciale. Ciò che temiamo, inoltre, è una sorta di “effetto valanga” che, a partire da Forlì, possa poi estendersi agli altri Comuni. Il commercio, da tempo, sta vivendo una grande crisi e con la norma proposta, a nostro avviso, la situazione diventerebbe ancora più caotica”.

Quindi l'appello: “Per questo chiediamo ai Candidati Sindaco che idee hanno in materia di POC a Cesena. Chiediamo, inoltre, di impegnarsi pubblicamente per scongiurare una scelta come quella in via di definizione a Forlì”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GLI ASPETTI TECNICI – Cosa sta capitando a Forlì? Lo spiega Gozi: “A Forlì, in questi mesi, si è dibattuto a lungo il tema del POC (Piano Operativo Comunale), lo strumento urbanistico che individua e disciplina gli interventi di tutela, valorizzazione, organizzazione e trasformazione del territorio da realizzare nell’arco temporale di 5 anni. In poche parole, il POC rappresenta un punto di riferimento centrale per le sorti del commercio. Il Comune di Forlì, che a suo tempo approvò il nuovo POC, si trova a dover deliberare le controdeduzioni alle osservazioni presentate. In pratica si entra nella fase della approvazione definitiva. In questa fase, con una Osservazione presentata dall’Ufficio Pianificazione Urbanistica, è stato proposto di approvare la seguente formulazione: “Soppressione delle limitazioni di carattere merceologico – Si tratta, nel caso, di allineare gli elaborati di POC e RUE (Tavola del commercio e relativo allegato), che individuano le aree validate per medie strutture, eliminando ogni riferimento ai settori merceologici, alimentare non alimentare e misto.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento