Cronaca

"Una ferita indelebile", Bagno di Romagna commemora l'eccidio del Carnaio

Giovedì mattina alle 8 è in programma la S. Messa allaperto al cimitero di San Piero in Bagno, rivolta in particolare ai familiari delle vittime

La comunità di San Piero in Bagno e Bagno di Romagna commemora l'eccidio del Carnaio con tre appuntamenti in programma giovedì, venerdì e domenica. "La nostra comunità si prepara a ricordare l'eccidio del Carnaio avvenuto il 25 luglio di 75 anni fa, quando, dopo una lunga giornata di rastrellamenti, 26 cittadini furono fucilati dalla polizia italo-tedesca in rappresaglia alluccisione di tre tedeschi", afferma il sindaco Marco Baccini. Giovedì mattina alle 8 è in programma la S. Messa allaperto al cimitero di San Piero in Bagno, rivolta in particolare ai familiari delle vittime.

La serata di venerdì è dedicata a Gli eventi e la memoria, manifestazione commemorativa organizzata in collaborazione con il Coordinamento Provinciale dei Luoghi della Memoria (ore 20,30, Piazza dei Martiri). Dopo il concerto della Banda di Santa Cecilia e il discorso di commemorazione del Sindaco Marco Baccini, sono in programma gli interventi di giovani che hanno vissuto lesperienza del treno della memoria, che ogni anno porta tanti studenti al campo di concentramento di Auschwitz (Alessandra Giampreti, Tommaso Capanni e Lidia Celli, coordinatrice del progetto). Chiude la serata Valter Bielli (già componente della Commissione parlamentare dinchiesta sulle stragi) che si soffermerà sulla strage di Piazza Fontana a cinquantanni di distanza.

Le commemorazioni si concludono domenica alle 9,30 al Carnaio con la S. Messa del Vescovo di Cesena-Sarsina Douglas Regattieri. "La commemorazione di quel terribile rastrellamento e della tragica uccisione dei nostri compaesani rappresentano per la nostra Comunità una ferita indelebile, che abbiamo la responsabilità di ricordare e di far conoscere alle giovani generazioni, affinché anche da una esperienza così atroce possiamo trarre tutti insieme insegnamenti per evitare simili errori nel corso della storia e per migliorare la nostra Comunità ed il mondo - commenta il sindaco Baccini -. E con questo spirito e con questo significato che invitiamo i familiari delle vittime e tutti i cittadini ad essere presenti per continuare a tenere vivo il ricordo fra le future generazioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Una ferita indelebile", Bagno di Romagna commemora l'eccidio del Carnaio

CesenaToday è in caricamento