Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Siglata la collaborazione fra il Comune e la rete diocesana degli oratori

"Attraverso questa collaborazione - dichiarano Lucchi e Benedetti - intendiamo supportare l’impegnativa attività quotidiana di chi cerca ogni giorno di contribuire alla crescita dei bambini e dei ragazzi"

Si rafforza e si amplia la collaborazione fra i servizi sociali comunali e l'associazionismo cittadino. Sabato, in concomitanza con il convegno "Risorse di famiglia", che si è svolto alla Biblioteca Malatestiana, è stato siglato un nuovo accordo di collaborazione fra l'Unione dei Comuni Valle Savio e l'associazione Testa e Croce, in rappresentanza della ROD - Rete Oratori Diocesana. Alla firma erano presenti il sindaco di Cesena Paolo Lucchi, il vescovo della Diocesi di Cesena Sarsina Douglas Regattieri, l'assessore ai Servizi per le persone Simona Benedetti, il drigente dei Servizi sociali Matteo Gaggi, don Marcello Palazzi, referente dell'associazione "Testa e Croce e della Rod, nonchè dell'oratorio della parrocchia di Case Finali, don Gabriele Foschi per l'oratorio della parrocchia di Sant'Egidio,  Marco Censi per l'oratorio "Ragazzilandia" dell'Istituto Lugaresi, suor Alessandra Fabbri per l'oratorio"Cantiere 411" dell'associazione Il Pellicano.

I quattro oratori interessati svolgono, in via continuativa, non solo attività con finalità educativo-religiose, ma anche attività con una rilevanza specifica di natura sociale e culturale. In particolare, essi svolgono un ruolo importante in termini di accoglienza, socializzazione, formazione dei ragazzi e di elaborazione condivisa dei legami di appartenenza alla comunità cesenate da parte di giovani di provenienze diverse. Molteplici sono, infatti, le iniziative socio – educative, realizzate  sia nel periodo invernale (solo pomeridiano), sia nel periodo estivo (orario antimeridiano e pomeridiano): proposte ricreative, aggregative e di animazione, iniziative socio-educative (ad esempio l'aiuto compiti) e culturali, e azioni di formative rivolte agli operatori per lo svolgimento delle funzioni sociali ed educative.

"Attraverso questa collaborazione - dichiarano Lucchi e Benedetti - intendiamo supportare l’impegnativa attività quotidiana di chi cerca ogni giorno di contribuire alla crescita dei bambini e dei ragazzi che per vari motivi non possono trascorrere il pomeriggio con la loro famiglia. Gli oratori interpretano in maniera esemplare il valore dell'accoglienza e svolgono un ruolo educativo e formativo che è essenziale per la costruzione di una comunità futura di persone solidali e di cittadini consapevoli".  

I quattro oratori interessati, in particolare, svolgono attività sociali ed educative in grado di coinvolgere annualmente oltre 600 ragazzi e ragazze di appartenenze culturali diverse e di età compresa tra i 6 ed i 18 anni (130 nel periodo ottobre – maggio, 500 nel periodo giugno-settembre). L'accordo siglato prevede un sostegno economico, tramite l’Unione dei Comuni, pari a 45.000 euro all'anno per tre anni e il rafforzamento del dialogo e della collaborazione fra gli operatori sociali comunali e i referenti e operatori degli oratori, al fine di migliorare i percorsi di sostegno per i ragazzi e le loro famiglie.

"Siamo certi - concludono il sindaco e l'assessore - che il rafforzamento del lavoro comune fra i servizi comunali e le buone pratiche sociali presenti nella città, come quelle espresse dagli oratori diocesani, rappresenti ancora il modo più funzionale per garantire a tutti una quotidianità serena ed un futuro più equo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Siglata la collaborazione fra il Comune e la rete diocesana degli oratori

CesenaToday è in caricamento