Coding e robotica a Casa Bufalini: al via nuovi corsi per tutte le età

Si parte lunedì 21 settembre, con il primo di quattro incontri dedicato a coding e robotica rivolto a genitori, insegnanti e adulti interessati allo sviluppo del pensiero computazionale

Dopo la breve pausa estiva Casa Bufalini riapre le porta al pubblico dando avvio a tutte le attività in presenza. Dopo l’avvio del coworking, che ha ripreso la sua regolare attività ospitando i primi coworkers, nel Laboratorio Aperto (Via Nicolò Masini, 16) tornano ad incontrarsi tecnologia, cultura e formazione grazie a una serie di laboratori e corsi aperti a tutti, in ambienti costantemente sanificati e nel pieno rispetto delle norme di distanziamento sociale.

Si parte lunedì 21 settembre, con il primo di quattro incontri dedicato a coding e robotica rivolto a genitori, insegnanti e adulti interessati allo sviluppo del pensiero computazionale, della creatività e della diffusione della robotica educativa. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con Criad, Centro di Ricerca dell’Informatica Applicata alla Didattica. La robotica educativa è uno strumento valido per stimolare e sviluppare competenze di bambini e ragazzi: favorisce il ragionamento e la creatività, il processo logico e mentale per risolvere problemi, la collaborazione e l'inclusione. Ecco perché a Casa Bufalini il 26 settembre partono anche percorsi di robotica educativa per bambini e ragazzi delle scuole elementari e medie, con numero di iscritti ridotto a 6 persone per assicurare il rispetto delle norme sanitarie e il distanziamento sociale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E sempre per i più giovani prendono il via ad ottobre anche laboratori di coding e pensiero computazionale, pensati per aiutare i ragazzi a familiarizzare con la scrittura di un codice informatico creando storie animate e videogiochi, oggetti fisici intelligenti e opere d’arte. Anche questa iniziativa è in collaborazione con Criad e prevede un massimo di 6 partecipanti per volta.
In collaborazione con l’Associazione S.P.R.I.Te., infine, prende il via ad ottobre il ciclo di laboratori “Cittadini digitali” rivolto ad adulti che intendono familiarizzare con gli strumenti digitali di cui ormai è impossibile fare a meno: il sistema Spid, la casella di posta Gmail i servizi GFoto, GDrive, GoogleDocs fino a Facebook e ai social media.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il primo studente positivo a scuola, tutta la classe va in quarantena

  • La loro passione diventa un'avventura dolcissima: due amiche aprono una biscotteria-pasticceria

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, "focolaio" nell'azienda di consegne, 12 lavoratori positivi al tampone

  • Il blitz della Finanza chiude l'hotel in anticipo, c'erano solo lavoratori stranieri in nero

  • Coronavirus, due nuovi positivi sul territorio cesenate. Un decesso in Romagna

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento