menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Clown dottori, occhio alle truffe: "Non chiediamo offerte fuori i supermercati"

Nell’arco del 2017 sono pervenute alla segreteria nazionale diverse segnalazioni di raccolte fondi effettuate da associazioni non attive sul territorio di pertinenza

Con l’avvicinarsi del Natale la Federazione Nazionale Clowndottori rinnova l’invito "a verificare bene prima di effettuare donazioni a favore di imprecisati progetti di “clown terapia”, per non incorrere in spiacevoli truffe e vedere vanificata la volontà di sostenere chi, ogni giorno, spende il proprio impegno nel portare un sorriso ai piccoli pazienti ricoverati in ospedale". Nell’arco del 2017 sono pervenute alla segreteria nazionale diverse segnalazioni di raccolte fondi effettuate da associazioni non attive sul territorio di pertinenza. "Si tratta - viene specificato dalla Federazione - di individui vestiti da clown, con o senza parrucca, con o senza camice, che stazionano davanti a supermercati, negozi, fiere o nelle piazze cittadine chiedendo offerte in cambio di palloncini". 

"Il dilagare di queste iniziative - viene evidenziato -.  rischia di sminuire e danneggiare l’onesto e professionale lavoro dei clown dottori che operano nelle strutture sanitarie, tutelari e sociali, esclusivamente dopo aver affrontato rigorosi percorsi formativi e proseguendo nello studio e nella ricerca formativa specifica sempre più approfondita. I veri clown dottori affiancano e coadiuvano il personale sanitario, approcciandosi al malato con competenza, svolgendo le attività con continuità e strutturando progetti".

La coordinatrice de “I Nasi Rossi del Dottor Jumba”, progetto di clown terapia de l’Aquilone di Iqbal di Cesena, Valentina Bacchi, tiene a precisare che “queste modalità di raccolta fondi non sono quelle che, per scelta, l’Associazione porta avanti da sempre. Per raccogliere fondi a sostegno del nostro progetto siamo soliti partecipare attivamente alla realizzazione di eventi di beneficenza o spenderci in prima persona nella promozione del nostro lavoro, per questo è necessario diffidare di chi incontrate per le strada a chiedere contributi economici, perché non vedrete mai i nostri clown dottori andare a fare colletta al di fuori degli esercizi commerciali".

"Per raccogliere fondi a sostegno del progetto - precisa Bacchi - anche quest’anno abbiamo stampato il Clowndario 2018, un simpatico calendario fotografico attraverso il quale i nostri clown dottori vi accompagneranno in giro per il mondo. Chiunque voglia sostenerci può, dunque, contattare i nostri uffici per prenotarlo, in versione da muro e da tavolo, consapevole che la sua donazione aiuterà davvero il nostro progetto". Per scongiurare il pericolo di truffe la Federazione Nazionale Clown Dottori, che coordina le attività di molte Associazioni che operano su tutto il territorio italiano, ha realizzato un vademecum di informazioni utili, consultabile sul sito www.fnc-italia.it/clown-tarocchi, per aiutare i cittadini a identificare eventuali azioni sospette. L’appello a tutti i cesenati è quello di prestare attenzione e aiutare l’Aquilone di Iqbal, che quotidianamente porta avanti il progetto di clown terapia negli ospedali locali, a smascherare possibili truffe per essere certi che le donazioni effettuate regalino davvero tanti sorrisi a piccoli pazienti ricoverati in ospedale.  Per maggiori informazioni è possibile contattare la segreteria di FNC all’indirizzo segreteria@fnc-italia.org oppure gli uffici dell’Aquilone di Iqbal al numero 0547 353968.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ristrutturare

Muri portanti: cosa c'è da sapere prima di modificarli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento