Cronaca Gatteo

Si intascava i soldi che gli ignari clienti gli affidavano per pagare le tasse: condannato il revisore contabile

In tanti ricorderanno una vicenda iniziata quando il revisore contabile che operava con il suo studio di Sant'Angelo di Gatteo era entrato nel mirino delle Fiamme Gialle

E' arrivata venerdì mattina in tribunale a Forlì, la condanna in primo grado a 4 anni e 4 mesi per Stefano Battistini, che ha optato per il rito abbreviato.  In tanti ricorderanno una vicenda iniziata quando il revisore contabile che operava con il suo studio di Sant'Angelo di Gatteo era entrato nel mirino delle Fiamme Gialle di Cesenatico. Una storia dolorosa per tanti ignari clienti raggirati che riponevano fiducia in Battistini, tanti soldi 'spariti' dopo essere stati affidati per anni per il pagamento dei tributi.

Il professionista era stato denunciato per una serie di reati, dalla truffa aggravata all'appropriazione indebita, passando per autoriciclaggio ed evasione fiscale. Pesante l'accusa: aver raggirato tanti clienti, liberi professionisti, imprese, commercianti, intascandosi oltre 2,6 milioni di euro destinati in realtà al pagamento dei tributi. Questo secondo quanto ricostruito dagli inquirenti con il revisore contabile che si faceva consegnare il denaro, ma invece che pagare le tasse, i soldi finivano nei conti correnti personali del professionista. 

In aula presenti circa 10 parti civili, due di queste sono difese dall'avvocato Filippo Antonelli. Il tribunale ha disposto una provvisionale e le motivazioni della sentenza arriveranno nel termine di 15 giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si intascava i soldi che gli ignari clienti gli affidavano per pagare le tasse: condannato il revisore contabile

CesenaToday è in caricamento