rotate-mobile
Cronaca

Città metropolitana di Romagna, tutte le opinioni cesenati in un convegno in Comune

Quali vantaggi potrebbe portare alle imprese, ed in particolare a quelle cesenati, il progetto della città metropolitana della Romagna? Di questo discuteranno Amministratori, imprenditori, esponenti dell'Università, delle organizzazioni sindacali e di categoria, nella mattinata di lunedì

Quali vantaggi potrebbe portare alle imprese, ed in particolare a quelle cesenati, il progetto della città metropolitana della Romagna? Di questo discuteranno Amministratori, imprenditori, esponenti dell’Università, delle organizzazioni sindacali e di categoria, nella mattinata di lunedì nel corso dell’incontro pubblico promosso dall’Amministrazione nell’ambito del percorso di confronto “La città per le imprese”.

“Si tratta di un incontro particolarmente significativo – spiegano il Sindaco Paolo Lucchi e  l’Assessore all’Innovazione e Sviluppo Tommaso Dionigi – utile a proseguire in modo attento e concreto il confronto su un tema destinato a diventare centrale per i nostri territori. Abbiamo scelto di fissare questo momento di confronto  sul riordino istituzionale proprio mentre l’Assemblea legislativa regionale, nelle giornate del 27 e 28 luglio,  si  riunisce per esaminare il progetto di legge relativo alla riforma del sistema di governo regionale e locale. Il percorso che intraprendiamo a Cesena, idealmente, vuole affiancarsi a quello in corso a Bologna, per ribadire la nostra volontà di essere protagonisti in questa fase così importante per il futuro delle nostre istituzioni e dei nostri territori”.

L’appuntamento è per le ore 10.30 di lunedì 27 luglio, nella sala del Consiglio comunale. Ad aprire i lavori saranno gli interventi del Sindaco Lucchi e dell’Assessore Dionigi. La scaletta proseguirà con i contributi di: Luciano Margara, coordinatore Campus di Cesena; Alberto Zambianchi, Presidente della Camera di Commercio di Forlì-Cesena; Bruno Piraccini, Presidente della Fondazione Carisp di Cesena. La parola passerà, poi, alle organizzazioni sindacali e di categoria con gli interventi del segretario della Cgil di Cesena Lidia Capriotti, del segretario della Uil di Cesena Marcello Borghetti, di un rappresentante di Cisl Romagna, del Direttore di Confesercenti Graziano Gozi, del Presidente Confcommercio Augusto Patrignani, del Presidente Confartiginato Ruffilli, con il Segretario Stefano Bernacci e il Vicesegretario Giampiero Placuzzi.


“Cercheremo di impostare il confronto – anticipano il Sindaco e l’Assessore Dionigi – in modo molto concreto. Siamo alla vigilia di una profonda trasformazione degli assetti amministrativi e ci pare importante elaborare assieme proposte ed idee in grado di delineare risposte efficaci alle esigenze del nostro territorio. Partiremo dall’esperienza: quando la Romagna è stata capace di fare sistema e riunire le forze, i risultati non sono mancati. E’ stato così per la gestione delle risorse idriche con la creazione di Romagna Acque; con Start Romagna per  il trasporto pubblico, con la nascita dell’Asl unica della Romagna. A questo punto vale la pena di chiederci quali ulteriori servizi potremmo gestire insieme per rendere più forti le comunità della Romagna. Le possibilità sono tante. Ad esempio, si potrebbe individuare un programma unico e condiviso per dare risposta al problema della casa. Oppure, gettare le basi per una progettazione europea comune, che potrebbe proporre una visione competitiva della Romagna in Europa. E ancora, pensiamo alle opportunità che potrebbe creare una rete romagnola per gli incubatori di impresa, sulla falsariga di Cesenalab, o un unico ente di sostegno all'insediamento universitario romagnolo. Insomma, si tratta di far squadra per unire gli sforzi dei singoli in modo da ottenere risultati migliori per tutti. E’ questa la sfida che ci attende”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città metropolitana di Romagna, tutte le opinioni cesenati in un convegno in Comune

CesenaToday è in caricamento