Cronaca

Romagna capitale del ciclismo, parte dal cesenate un progetto di valorizzazione turistica

"L'idea – rimarcano il presidente Iscom Formazione Pietro Babini e il direttore Giorgio Piastra - è di valorizzare il turismo sportivo e in particolare il segmento strutturato dei cicloamatori"

Un progetto di formazione innovativo rivolto ai cicloamatori locali e provenienti da altre parti d'Italia e d'Europa che rappresentano un tratto distintivo, caratterizzante nonché una risorsa per il nostro territorio cesenate e romagnolo. Lo sta definendo Confcommercio cesenate, che ha incontrato Davide Cassani, commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo ed ex giornalista sportivo Rai, notissimo al grande pubblico nelle vesti di commentatore televisivo.

"L'idea – rimarcano il presidente Iscom Formazione Pietro Babini e il direttore Giorgio Piastra - è di valorizzare il turismo sportivo e in particolare il segmento strutturato dei cicloamatori, popoloso e in costante crescita come testimoniano eventi come la Nove Colli e tante altre qualificate manifestazioni cicloturistiche di cui la Romagna pullula grazie a una conformazione geografica ideale per gli appassionati di questo sport. Si tratta di un turismo trasversale che lega tutto il nostro territorio dalla riviera alle colline sino all'Alto Savio e al Bidente e si collega in maniera naturale con il turismo enogastronomico, del verde, del relax, della valorizzazione dei borghi, con la cultura del wellness.

"L'arte del cicloturismo con tutte le sue sfumature e gli addentellati, i suoi rapporti con una corretta alimentazione e uno stile di vita sorvegliato che favorisca l'attività fisica - aggiungono Babini e Piastra - non si possiede però per natura ma va appresa e in questo senso un percorso formativo che abbia come guida un esperto sopraffino delle bicicletta con straordinarie doti comunicative, come Cassani, può avere una forza penetrativa molto forte verso i cicloamatori interessati a diventare più consapevoli anche  fungere come iniziativa fiore all'occhiello per il territorio". 

"Cassani nonostante i suoi impegni fittissimi, si è detto entusiasta del progetto e disposto a coinvolgersi, standogli molto a cuore le finalità didattica e educativa che sottendono il percorso, pertanto è stato avviato un percorso per concretizzare l'intervento, che si svolgerebbe nell'ambito collaudato del nostro centro formativo Iscom Formazione di Forlì-Cesena, e rappresenterebbe un unicum per il nostro territorio", concludono Babini e Piastra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Romagna capitale del ciclismo, parte dal cesenate un progetto di valorizzazione turistica

CesenaToday è in caricamento