Cibo di Strada, un Festival nel segno di Gianpiero Giordani: "Il più copiato, sarà accogliente, solidale e green"

L'attesa kermesse nel fine settimana si snoderà su due Piazze con le specialità culinarie ma anche con l'arte e gli spettacoli degli artisti di strada

Ormai ci siamo, Piazza del Popolo è pronta ad accogliere i tanti turisti e appassionati dello street food, per la 12esima edizione del Festival internazionale. Si spera ovviamente che giovedì sia l'ultimo giorno di pioggia, e che il weekend, da venerdì a domenica, possa fare il pieno di visitatori. 

A fare gli onori di casa, Graziano Gozi, direttore di Confesercenti cesenate: "L'anno scorso il Festival ha richiamato circa 80mila visitatori, con un boom soprattutto di domenica. Stiamo registrando tantissimi contatti sulla pagina Facebook ufficiale della manifestazione. Un evento che attira in particolare persone di età compresa tra 25 e 50 anni, in maggioranza donne. La maggior parte dei contatti si registra da Milano, Bologna e dalla Romagna".

"Come ormai sapete - prosegue Gozi - è un Festival che si snoda su due Piazze. Piazza del Popolo sarà più culinaria, Piazza della Libertà ospiterà i furgoncini ma anche gli spettacoli di Cesena Street Art". Sarà anche un Festival 'green' con "materiali biodegradabili, cercheremo di non sporcare la piazza".

Davvero nobile l'iniziativa della Condotta Slow Food: "Chi sabato andrà alla Caritas a chiedere un pasto - spiega il fiduciario di Slow Food Luca toni - lo riceverà direttamente al Festival del Cibo di Strada". 

cs cibo di strada-2

Sabato, alle ore 10,30 sarà il momento dei ricordi. Verrà infatti presentato il Premio Gianpiero Giordani Street Food Award. Sarà l'occasione per ripercorrere la storia del Festival, ma sarà soprattutto l'occasione per ricordare “Gianpi”, ideatore e inventore della fortunata kermesse, che per tre giorni mette in vetrina Cesena coma capitale dello Street Food. Personalità autorevoli del settore food, a partire dal presidente della giuria, Vittorio Castellani aka Chef Kumalè, per passare a Licia Granello di Repubblica; Pina Sozio, curatrice della guida Street Food di Gambero Rosso, solo per citarne alcuni, eleggerano il migliore street food presente in Piazza. 
"Il Festival internazionele del Cibo di Strada - sottolinea l'assessore Luca Ferrini - è un grande centro di aggregazione sociale. Fa conoscere di più la nostra città, e voglio ringraziare tutti quegli esercenti e ambulanti che soffrono qualche disagio ma hanno mostrato grande disponibilità".

Piazza del Popolo ospiterà gli stand con le proposte di street food nazionale e internazionale, in tutto verranno allestite oltre 20 isole gastronomiche. Protagoniste saranno le diverse Regioni italiane, presenti con i loro cibi da strada più sfiziosi, dall’Abruzzo alla Sicilia, dalle Puglie alla Toscana, fino alle Marche, alla Campania, e naturalmente l’Emilia-Romagna. Molti saranno anche i Paesi ospiti che proporranno specialità di street food dal Messico all’India, dalla Grecia al Giappone, fino al Marocco, alla Cina, al Perù e all’Argentina, solo per citarne alcuni. Sempre in Piazza del Popolo sarà presente anche uno spazio dedicato a Cesena Senza Glutine.

Il sindaco Enzo Lattuca rimarca come "E' uno dei Festival più imitati e 'copiati', basta questo per capire quanto sia ben riuscito. E' un evento che punta sulla qualità, e attira tanti visitatori soprattutto dal centro-nord. E' molto importante che gli eventi del centro storico varino dal punto di vista dei contenuti. Spero che durante la manifestazione molti commercianti scelgano di tenere aperte le vetrine. Piazza del Popolo negli anni si è trasformata senza interventi edilizi, ma grazie a nuove attività che sono fiorite".
Il Mercato Coperto sarà la cornice degli showcooking, che vedrà salire in cattedra il giornalista gastronomico  Chef Kumalè. Il primo è previsto venerdì alle ore 21, dedicato alla Cina con la presenza della Ravioleria Sarpi, di Milano. Il secondo è previsto domenica alle ore 11 ed è dedicato al Venezuela con la presenza di Arepaz, sempre da Milano. 

Non mancheranno le birre artigianali, i vini del territorio e tante bevande provenienti dai Paesi partecipanti,  le eccellenze del gelato al latte e alla panna della Centrale del Latte di Cesena, e la Bottega del Caffè del Mondo.“

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento