Venerdì, 29 Ottobre 2021
Cronaca Cesenatico

Chiude il centro d'accoglienza straordinaria: profughi ricollocati

La Prefettura aveva disposto l’invio di 17 richiedenti asilo gestiti dalla Croce d’Oro, specificando che si trattava di una collocazione temporanea finalizzata a gestire l’emergenza in corso

Venerdì il Cas, Centro accoglienza straordinaria, aperto durante il mese di luglio all'interno dell’hotel Surf cesserà l’attività di accoglienza per i richiedenti asilo. A comunicarlo al sindaco Gozzoli è stato il prefetto di Forlì Cesena Fulvio Rocco De Marinis, che ha informato il primo cittadino che venerdì gli ultimi otto profughi saranno ricollocati in altri centri nel territorio provinciale. Lo scorso luglio, in seguito all’emergenza sbarchi, la Prefettura aveva disposto l’invio di 17 richiedenti asilo gestiti dalla Croce d’Oro nella struttura dell’hotel Surf, situata lungo l'Adriatica, specificando che si trattava di una collocazione temporanea finalizzata a gestire l’emergenza in
corso. Con il calo degli arrivi sul territorio italiano la Prefettura di Forlì Cesena, insieme alle altre Unioni dei Comuni della provincia, ha lavorato per una redistribuzione graduale dei richiedenti asilo sul territorio, ricollocazione iniziata già nei giorni scorsi che oggi giunge al termine.

“Quella di luglio è stata un’operazione dettata dall’emergenza e gestita direttamente dalla Prefettura - spiega Il sindaco Gozzoli - In considerazione del fatto che Cesenatico ospita già un elevato numero di richiedenti asilo, avevo chiesto al Prefetto che fosse una sistemazione provvisoria. Ringrazio quindi il Prefetto e l’Asp del Rubicone per il lavoro svolto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude il centro d'accoglienza straordinaria: profughi ricollocati

CesenaToday è in caricamento