Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca

La Cgil punta i riflettori sul caporalato e lo sfruttamento

Se un lavoratore guadagna 3 euro l'ora c'è un problema. E proprio per fare luce sullo sfruttamento la Cgil ha organizzato in città l'ncontro pubblico dal titolo "Sgomberiamo il campo"

Se un lavoratore guadagna 3 euro l'ora c'è un problema. E proprio per fare luce sullo sfruttamento la Cgil ha organizzato in città l'ncontro pubblico dal titolo “Sgomberiamo il campo”. Riflettori puntati su caporalato, intermediazione illegale di manodopera e le altre pratiche poco lecite che piegano l'uomo ai bisogni dell'economia. Appuntamento nella mattinata di venerdì 19 luglio alle 9.30 al Palazzo del Ridotto con la creme dei rappresentanti del sindacato rosso a livello locale, regionale e nazionale.

Atteso anche il presidente Vasco Errani, il prefetto Erminia Rosa Cesari e il sindaco Paolo Lucchi. L'occasione sarà propizia per avanzare cinque proposte firmate Cgil per allontanare la malavita e lo sfruttamento che hanno facile presa nei settori dell'agricoltura, del turismo e in quello edile.
Il cardine principale è quello che ruota attorno alla funzione pubblica. L'intento infatti è quello di risolvere il problema a monte favorendo, nelle sedi pubbliche tra cui il centro per l'impiego, un maggiore incontro tra domanda e offerta. Il tutto sempre sotto i riflettori della legalità e con un degno investimento di risorse.

Tra le altre proposte c'è anche l'intervento coordinato dei soggetti istituzionali che si incontrano alla voce “Lavoro”: comuni, province e regioni, inps, inail, ausl. Tra i punti c'è anche quello di trovare meccanismi che premino chi percorre i binari della legalità e puntino alla creazione di agevolazioni per favorire le aziende ad agire nel rispetto dei diritti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Cgil punta i riflettori sul caporalato e lo sfruttamento
CesenaToday è in caricamento