Cronaca

Cesuola, obiettivo pista ciclabile e ristrutturazione dell'ex Conad di Ponte Abbadesse

Con quello di lunedì 20 aprile al Cesuola si conclude dunque il viaggio degli amministratori nei 12 quartieri, iniziato il 2 marzo, per ascoltare le richieste dei residenti nell’ottica di valorizzazione delle varie zone della città.

Ultimo appuntamento dell’iniziativa “Quartiere x Quartiere” voluta dall’Amministrazione comunale per confrontarsi con i cittadini su quanto è stato realizzato nei diversi quartieri della città nel corso degli anni e per illustrare i progetti futuri. Con quello di lunedì 20 aprile al Cesuola si conclude dunque il viaggio degli amministratori nei 12 quartieri, iniziato il 2 marzo, per ascoltare le richieste dei residenti nell’ottica di valorizzazione delle varie zone della città.
 
Lunedì 20 aprile, dalle 18 alle 20.30, il sindaco Paolo Lucchi, l’Assessore ai Lavori pubblici Maura Miserocchi e gli altri rappresentanti della Giunta incontreranno i residenti del Cesuola e i consiglieri nella sede del quartiere in via Ivo Giovannini, 20. All’ordine del giorno la presentazione di molti progetti tra i quali il secondo lotto della pista ciclabile lungo il Cesuola e la ristrutturazione dell’ex Conad di Ponte Abbadesse.
 
“Un nuovo spazio recuperato per le funzioni di quartiere associative e sociali e attenzione alla mobilità dolce sono gli elementi che caratterizzano le opere future del quartiere – spiegano il Sindaco, Paolo Lucchi e l’Assessore ai Lavori Pubblici, Maura Miserocchi -. In progettazione infatti c’è il secondo lotto della ciclabile lungo il torrente Cesuola e il recupero della vecchia Conad che servirà a dotare il quartiere di nuovi spazi per il territorio e per le associazioni. Non vanno però dimenticati anche i lavori che saranno realizzati per dotare il cimitero urbano di uno spazio di ricevimento del pubblico e l’allargamento dell’area cani”.
  
Interventi principali
La tabella di marcia per i lavori in cantiere e in progettazione per il settore Edilizia Pubblica prevede investimenti per un milione e 217mila euro, mentre per le Infrastrutture e la Mobilità l’importo è di 215mila euro.
L’intervento più consistente è sicuramente la sistemazione dei locali ex Conad per mezzo milione di euro. 250mila euro saranno invece impiegati per abbattere le barriere architettoniche e per la manutenzione straordinaria del Cimitero urbano. Per il secondo lotto del percorso del Cesuola da via Padre Genocchi al ponte di Ponte Abbadesse saranno investiti 230mila euro; poco meno, ovvero 200mila, per la sistemazione della ex sede dei servizi ambientali di Hera. Il nuovo complesso della multi utility è stato infatti trasferito nella zona di Pievesestina, e si è riusciti così a liberare l’abitato di Ponte Abbadesse dal traffico dei camion diretti al vecchio impianto di igiene ambientale, garantendo vivibilità e maggiore sicurezza al quartiere. 37mila euro infine sono previsti per l’ampliamento dell’area cani di Ponte Abbadesse e per la sistemazione delle recinzioni dell’area cimiteriale.
Nel secondo capitolo, quello delle Infrastrutture, in calendario ci sono i lavori di sistemazione del collettore fognario di via Cavallotti per 100mila euro, il primo e secondo stralcio per il percorso pedonale di via Sorrivoli (95mila euro) e la sistemazione di piazza Paola Brighi e con la creazione di una nuova fermata per gli autobus per 20mila euro.
 
 
Interventi già realizzati
Sono stati 2.769.884 gli euro investiti per il Cesuola dal 2009 ad oggi per il settore Edilizia Pubblica e quasi 800mila (799.800 euro per la precisione) per il settore Infrastrutture e Mobilità.
Nel primo capitolo rientrano gli interventi effettuati per il primo lotto della bonifica della discarica di Rio Eremo (un milione e 750mila euro) e i 250mila euro garantiti per la manutenzione straordinaria del cimitero urbano di Ponte Abbadesse. Restando sempre nell’ambito dei lavori cimiteriali, 100mila euro sono stati utilizzati per ampliare quello di Montereale dotandolo di 30 loculi e 12 ossari, mentre 12mila sono stati quelli usati per sistemare l’ingresso del cimitero di San Demetrio.
250mila euro sono stati impiegati per l’adeguamento alle norme di prevenzione incendi per l’archivio di Ponte Abbadesse, mentre in ambito scolastico 144.673euro sono andati per la messa in rete della caldaie nella sede del quartiere, nella materna dell’Osservanza, alla Media “Pascoli” e nella materna ed elementare di Ponte Abbadesse. Sempre per la “Pascoli” sono stati realizzati un ascensore, sostituite porte interne, tinteggiate pareti e rifatti i bagni dei disabili per un importo complessivo di 99mila euro.
Per l’impermeabilizzazione, il rifacimento del manto di copertura e la sistemazione del cortile della Materna dell’Osservanza, sono stati utilizzati 95mila euro, 29mila per l’impianto fotovoltaico realizzato da Energie per la città per l’Elementare di Ponte Abbadesse.

 
In ambito di sicurezza stradale gli investimenti maggiori sono stati quelli rivolti alla realizzazione del parcheggio a Rio Eremo (300mila euro), e al parcheggio scambiatore di fronte al cimitero urbano (50mila euro). Per realizzare il marciapiede di Ponte Abbadesse da via Padre Genocchi a via Del Torrente sono stati investiti 130mila euro, mentre 263mila euro sono serviti per sistemare le strade di tutto il quartiere. Poco più di 10mila euro infine per il piano di sicurezza stradale zone 30 nelle zone Osservanza e Monte, in via Ortona, in via Garampa e in via Falconara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesuola, obiettivo pista ciclabile e ristrutturazione dell'ex Conad di Ponte Abbadesse

CesenaToday è in caricamento