Cesenatico, parcheggio gratuito per le future mamme: il 'bollino rosa' piace

L'iniziativa è stata lanciata dal Comune di Cesenatico, insieme agli altri Comuni dell’Unione Rubicone e Mare

Nei mesi scorsi il Comune di Cesenatico, insieme agli altri Comuni dell’Unione Rubicone e Mare, ha sottoscritto un’unica convenzione per agevolare la mobilità delle donne in stato di gravidanza e nei primi mesi successivi al parto, consentendo loro di sostare il più vicino possibile ai luoghi di lavoro, di cura, dei servizi. 

Si tratta di un “bollino rosa” per parcheggiare gratuitamente e, dove vige la sosta a disco orario, senza limiti di tempo per le donne in gravidanza o neomamme, valido non solo nel proprio Comune di residenza ma in tutti e nove i Comuni dell’Unione Rubicone e Mare; un vero e proprio contrassegno che consente la sosta in deroga al tempo del disco orario in tutti i posti auto a tempo e la sosta in deroga al pagamento in tutti i posti auto con tariffa, da richiedere nel proprio Comune di residenza ed esporre poi sul cruscotto.

Il servizio ha già riscontrato grande consenso fra le cittadine di Cesenatico, attivo, infatti, da settembre 2018 è stato richiesto da 50 donne in gravidanza o neo mamme (35 nel 2018 e 15 da gennaio 2019) che hanno scelto di usufruire di questa agevolazione messa a disposizione da tutti i Comuni dell’Unione Rubicone e Mare. 

Il bollino rosa  viene rilasciato dal Comune di residenza e ha validità di nove mesi dalla data del rilascio: sta alla richiedente decidere quando iniziare a fruirne, se fin dall’inizio della gravidanza o più a ridosso del parto. Possono infatti richiederlo le donne in stato di gravidanza o coloro che abbiano partorito nei dieci giorni precedenti la richiesta. Al momento della richiesta, presso gli uffici comunali, vanno presentati un documento di identità, il certificato medico che attesti lo stato di gravidanza, oppure la registrazione della nascita del figlio. Il contrassegno ricevuto, non vincolato a una singola targa, potrà essere utilizzato esclusivamente dalla persona a cui è stato rilasciato, sia che viaggi sull'auto come conducente che come passeggera. Al pari dei pass per la sosta riservati ad altre categorie, quali ad esempio gli invalidi, la Polizia Municipale di ogni Comune potrà procedere con i controlli sul corretto utilizzo del “bollino rosa” e, in caso venga accertato l’uso improprio, potrà infliggere contravvenzioni o procedere al ritiro del contrassegno.

"Siamo contenti che le future mamme della nostra comunità abbiano risposto positivamente a questa proposta di agevolazione – afferma Gaia Morara Assessore alle Pari Opportunità – poiché possono beneficiare di un servizio che rende più agevoli i loro spostamenti. Diamo così una ulteriore concreta risposta alle necessità e ai bisogni delle famiglie che si apprestano a intraprendere un percorso impegnativo”. 

“Come Amministrazione abbiamo voluto fortemente l’introduzione del contrassegno dedicato alle donne in gravidanza e neomamme di Cesenatico – conclude il Sindaco Matteo Gozzoli –  Riteniamo che il bollino sia uno strumento utile nella vita di ogni giorno per le donne che vivono mesi impegnativi e che hanno esigenze di mobilità specifiche".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

Torna su
CesenaToday è in caricamento