menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cesenatico, la spiaggia libera di Piazza Costa si colora di nuove tende al mare

Quest’anno, per le ragioni connesse all’emergenza Covid19, non sarà possibile svolgere la consueta cerimonia di inaugurazione delle nuove tende al mare

L’emergenza Covid19 sembrava aver decretato anche la cancellazione delle “Tende al mare” del 2020, a causa della chiusura delle scuole, tra cui l’Accademia di Belle Arti di Ravenna ai cui studenti era stata affidata la realizzazione dell’edizione quest’anno dedicata al Futurismo e alla bicicletta nell’arte. Tuttavia, appena terminata la prima fase dell’emergenza, gli allievi guidati e incitati dalla loro professoressa Paola Babini hanno subito accettato l’impresa quasi impossibile di rimettersi al lavoro e consegnare in meno di un mese – nel quale tra l’altro devono anche sostenere gli esami – una parte delle tende.

Parallelamente, per garantire la presenza in spiaggia di un numero di tende adeguato, è stato coinvolto un vero e proprio punto di riferimento per le tende al mare: l’artista cesenaticense Simone Brandi, coordinatore e animatore del laboratorio d’arte de La Nuova Famiglia Onlus, che ha collaborato a varie precedenti edizioni delle tende con risultati artisticamente e tecnicamente perfetti. In questa occasione però Simone Brandi ha agito da solo, presentando cinque tende – realizzate anch’esse nello spazio di pochissimi giorni – dal titolo “A mare”, che sono il risultato del suo personale percorso artistico. Infine, la spiaggia di Piazza Costa ospiterà anche due tende di Tinin Mantegazza, recentemente scomparso, che era stato il protagonista della seconda edizione delle “Tende” nel 1999.

Quest’anno, per le ragioni connesse all’emergenza Covid19, non sarà possibile svolgere la consueta cerimonia di inaugurazione delle nuove tende al mare, che saranno comunque visibili nella spiaggia libera antistante a piazza Andrea Costa sino a domenica 6 settembre, salvo proroghe. Va anche ricordato che nell’ambito del programma di valorizzazione delle spiagge libere in collaborazione con la Cooperativa Stabilimenti Balneari quest’anno le tende delle edizioni precedenti saranno utilizzate per ombreggiare le spiagge libere di Cesenatico. 

"Non è stato facile riuscire ad avere nuove tende in quest’anno così complicato. La chiusura dell’Accademia aveva infatti bloccato la loro realizzazione proprio nel periodo più critico. Abbiamo quindi chiesto aiuto dapprima a Simone Brandi, perché conoscevamo la sua grande capacità tecnica e artistica, per chiedergli il “miracolo” di realizzare a tempo di record alcune nuove tende; quasi nello stesso momento, anche la Prof. Paola Babini coordinatrice dell’Accademia di Ravenna è riuscita a convincere i suoi studenti a realizzare almeno 10 tende. Il risultato è quello di tende “XL”, anche in questo caso, con due edizioni al posto di una: quella che deriva dalla libera creatività degli studenti di Accademia, e quella del personale percorso artistico di Simone Brandi, che in questo caso ha l’occasione di essere conosciuto e valorizzato come merita. Abbiamo voluto inoltre aggiungere un tributo al nostro Tinin Mantegazza, scomparso poche settimane fa, che aveva raccolto da Dario Fo il testimone delle tende realizzando la seconda edizione del 1999", commenta il Sindaco Matteo Gozzoli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento