Cesenatico, il “Mare va in cattedra”: Operazione Mare sicuro nelle scuole

Continua l’iniziativa di sensibilizzazione e diffusione del concetto di “sicurezza in mare”, esteso a più livelli, e rientrante nel più ampio progetto denominato “Mare Sicuro"

Continua l’iniziativa di sensibilizzazione e diffusione del concetto di “sicurezza in mare”, esteso a più livelli, e rientrante nel più ampio progetto denominato “Mare Sicuro” promosso, su scala nazionale, dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto- Guardia Costiera. La sicurezza – in contesti variegati e complessi come quello marino – parte da lontano, e non può prescindere da un’importanze e mirata campagna di prevenzione. E proprio con l’obiettivo di diffondere il più possibile le regole di “buon senso” sulla prevenzione in mare, l’Ufficio Circondariale Marittimo di Cesenatico ha avviato, da tempo, contatti con vari istituti della Provincia, incontrando direttamente gli studenti delle scuole medie e superiori. 

Mercoledì mattina è stata la volta dell’I.T.E. “G. Agnelli” di Cesenatico. Oltre 100 studenti delle classi seconde dell’istituto, hanno incontrato Il Comandante dell’Ufficio, Tenente di Vascello Stefano Luciani, e l’Infermiera Volontaria della Croce Rossa Brigitte Schielke, per una presentazione sulle attività di maggior rilievo che riguardano la Guardia Costiera e la Croce Rossa, sia in campo nazionale che internazionale. Nel corso dell’incontro sono stati proiettati video e filmati illustrativi, con richiamo alle molteplici attività in materia di soccorso in mare, di sicurezza della navigazione, di tutela delle specie ittiche e controlli sulla pesca, tutela dell’ambiente marino e amministrazione della gente di mare. Particolare interesse ha suscitato – fra i ragazzi - l’esposizione dell’infermiera della Croce Rossa, della sezione di Cesenatico, “Sorella Schielke”, che ha illustrato, con foto e testimonianze personali dirette, il delicato ruolo della Croce Rossa e delle altre associazioni di volontariato nella complessa materia del soccorso ai migranti.

Soddisfatta dell’incontro la professoressa Cinzia Pagni, responsabile del progetto “Le parole sono importanti”, iniziativa volta a mettere gli studenti a diretto contatto con gli aspetti concreti attinenti le materie oggetto di studio, dando prova, anche attraverso l’incontro con le istituzioni cittadine, che i libri ci parlano di un mondo che, sovente, è molto più vicino alla realtà quotidiana, di quanto ci possano trasmettere, invece, la televisione o internet. 
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento