Cesenatico, il Comune "paga" 8 milioni di euro per risanare il bilancio dello Stato

Il bilancio del Comune di Cesenatico passa dal passivo ad un attivo di 30mila euro all'ultimo. E' l'effetto delle lettere con cui il sindaco Roberto Buda aveva insistentemente protestato per la penalizzazione ai danni di Cesenatico

Il bilancio del Comune di Cesenatico passa dal passivo ad un attivo di 30mila euro all'ultimo. E' l'effetto delle lettere con cui il sindaco Roberto Buda aveva insistentemente protestato per la penalizzazione ai danni di Cesenatico nella riduzione del fondo compensativo per l'eliminazione dell'Imu prima casa. Spiega Roberto Buda: “Il Comune di Cesenatico aveva denunciato una ingiustificata riduzione di oltre 300 mila euro nel passaggio da IMU 2012 ad IMU 2013. Con lettere inviate all'ANCI, all'IFEL, al Ministero dell'Interno e al Ministero dell'Economia e delle Finanze abbiamo chiesto insistenza di rivedere queste irragionevoli cifre”

Questo conguaglio, che doveva avvenire entro marzo, è stato reso noto ieri dal Ministero ed è pari a circa 130 mila euro rispetto ai 300 mila richiesti. Per questo il Rendiconto 2013, che presentava un risultato negativo consistente in un disavanzo di amministrazione di 97 mila euro, cambia segno. Il Rendiconto 2013 passa ad un avanzo di circa 30 mila euro. “Un grande risultato se solo pensiamo che a novembre sembrava che il risultato negativo dovesse essere notevole”, commenta Buda.

Che conclude: “Resta comunque la realtà che dal 2013 il Comune di Cesenatico finanzia lo Stato ed i Comuni "svantaggiati" per 3,6 milioni di euro, ricevendone solo 1,8 milioni. Per la prima volta invece di ricevere soldi dallo Stato per sostenere il nostro bilancio siamo noi a darli. A ciò si aggiunga (per il 2013) la quota dell'IMU pagata allo Stato a titolo di IMU dai proprietari di immobili di categoria D (principalmente alberghi) e la maggiorazione alla tares per servizi indivisibili (0,30 euro a metro quadrato), sempre attribuiti allo Stato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fino al 2008 il Comune di Cesenatico riceveva annualmente dallo Stato circa 5 milioni di euro a titolo di contributo (derivante dalla riforma tributaria del 1972/73 che soppresse vari tributi comunali e istituì IVA, ILOR e IRPEF). Nel 2013 per la prima volta è stata Cesenatico a versarne circa 3 milioni. Quindi in questi pochi anni la collettività di Cesenatico (Comune e contribuenti) ha contribuito al risanamento della finanza pubblica per circa 8 milioni di euro all'anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento