Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Cesenatico

In palestra per fare la sauna, ma puntava a ben altro

Entravano in palestra con la scusa di fare un ciclo di saune per rubare dagli armadietti. Questa la tesi dell'accusa

Entravano in palestra con la scusa di fare un ciclo di saune per rubare dagli armadietti. Questa la tesi dell'accusa che ha portato al fermo di due sammauresi di cui uno arrestato. Si chiama Gianni Zanchini, 40 anni, e avrebbe portato via dagli armadietti una discreta somma nell'arco di qualche settimane. Ma i carabinieri di Cesenatico lo tenevano d'occhio e hanno fatto presto a capire chi poteva avere la mano lesta.

L'uomo, insieme a quello che in un primo momento si è ipotizzato essere un complice, si era iscritto in una palestra di Cesenatico non per tonificare i muscoli, ma per un ciclo di saune e la cosa ha insospettito i militari dell'Arma. In accordo con la direzione della palestra, hanno timbrato le banconote dei clienti e dopo l'ennesima sparizione di contanti i carabinieri hanno trovato trenta euro celati nel sottoscarpa dell'indiziato insieme agli attrezzi per scassinare le serrature degli armadietti. Le banconote avevano il timbro della palestra proprio per renderle riconoscibili in caso di furto.

La somma sparita nell'arco di qualche settimana è di 1200 euro, gli inquirenti stanno appurando se anche in questi casi precedenti ci sia lo zampino di Zanchini. Al momento gli sono stati dati otto mesi di detenzione con sospensione della pena per i reati di furto aggravato in concorso. L'uomo si è assunto tutte le colpe scagionando in questo modo il secondo fermato dai carabinieri, un 34enne di San Mauro Pascoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In palestra per fare la sauna, ma puntava a ben altro
CesenaToday è in caricamento