rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Cesenatico

La Consulta del volontariato in prima linea per aiutare il popolo ucraino, attivata una raccolta fondi

È stato anche istituito un indirizzo mail a cui è possibile inviare informazioni inerenti agli arrivi e alle disponibilità di abitazioni per l'accoglienza

La Consulta del volontariato, con l’appoggio del Comune di Cesenatico, ha organizzato una raccolta di fondi e di beni di prima necessità da destinare al popolo ucraino in questo momento di difficoltà. L’amministrazione comunale, insieme all’Unione Rubicone e Mare e ad Asp Rubicone, mette a disposizione alcuni canali informativi
utili per richiedere informazioni inerenti agli arrivi e alle disponibilità di abitazioni per l’accoglienza.

Le raccolte

Per quanto riguarda donazioni in denaro è disponibile l’IBAN IT66Y0707024001010000833242 intestato a Consulta del volontariato e delle associazioni di Cesenatico – Odv a cui si possono fare versamenti con bonifico indicando la causale "Emergenza Ucraina”; alternativamente è in fase di definizione una raccolta fondi sul sito GoFundME che permetterà anche i versamenti con Carta di Credito o Paypal e i dettagli verranno comunicati nei prossimi giorni. Per quanto riguarda i beni di prima necessità invece i punti di raccolta sono la Consulta del Volontariato di Cesenatico in Via Cesare Battisti 11 nei giorni di lunedì e venerdì dalle 9 alle 12 e il mercoledì
dalle 15 alle 18 e la Caritas Parrocchiale di Bagnarola presso la Chiesa in Via Cesenatico 706.

La merce che si raccoglie è la seguente: antidolorifici, bende, antifebbrili, garze, carbone vegetale attivo, cerotti, siringhe 5/10 ml, salviette disinfettante, guanti, kit base di pronto soccorso, sapone, salviettine umidificate, shampoo, dentifricio, asciugamani, spazzolini, carta asciugatutto , rasoi da barba, carta igienica, gel da barba, tovaglioli di carta, assorbenti intimi, salviette, pannolini per bambini e anziani, pane confezionato, frutta secca, latte in polvere, fiocchi, pasta, riso, barrette energetiche, olio in lattina, muesli, minestre liofilizzate in busta, tè in bustine, fagioli, piselli, ceci, caffè solubile, tonno e scatolame, sughi non deperibili in latta, biscotti e dolci confezionati, posate e piatti monouso, giubbotti per bambini, batterie, sacchi a pelo per bambini, alcool secco, stivali a gomma (adulti, bambini), candele, scarpe antinfortunistiche (uomo), tappetini da campeggio, tuta (adulti, bambini), coperte termiche, calzini (adulti, bambini), biancheria termica (uomo/donna), giacche a vento (uomo/donna), biancheria per letto singolo, giacche antipioggia (uomo/donna), sacchi e sacchetti in plastica, impermeabili, radio Fm anche vecchie torce, vecchi telefonini a tastiera con caricabatteria

I canali informativi

È stato istituito un indirizzo mail a cui è possibile inviare informazioni inerenti agli arrivi e alle disponibilità di abitazioni per l'accoglienza: accoglienzaucraina@aspdelrubicone.it. È presente anche un numero di telefono attivo da lunedì al sabato dalle 9 alle 13 gestito dal Centro Interculturale Limes di Asp del Rubicone: 3200150146.
Per quanto riguarda i cittadini che ospitano persone provenienti dall'Ucraina, è necessario compilare e inviare il modulo di cessione del fabbricato secondo le procedure del Comune di Cesenatico. Sul sito del Comune di Cesenatico è disponibile il modulo da compilare e inviare preferibilmente a mezzo pec. In alternativa ci si può rivolgere all'Urp dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12 e il martedì dalle 15,30 alle 17.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Consulta del volontariato in prima linea per aiutare il popolo ucraino, attivata una raccolta fondi

CesenaToday è in caricamento