Cronaca

Adotta la tomba di un uomo che assomigliava al padre. Assolta

E' questa la triste storia di una donna di sessanta anni che è stata denunciata per furto aggravato. Per il tribunale di Cesena è incapace di intendere e volere

foto di repertorio

Adotta la tomba di un signore che, in foto, assomiglia al padre. E' questa la trama della vicenda che ha per protagonista una sessantenne residente a Cesenatico. E' affetta, da oltre venti anni, da uno scompenso psicotico delirante. L'ha portata a tentare il suicidio per quattro volte; si attribuisce la colpa dell'allontanamento dal padre ormai anziano. Una decisione invece presa dalla famiglia.

Proprio l'affetto che prova per la figura paterna l'ha spinta ad “adottare una tomba”. Quella di un uomo che dalla foto lo ricorda. Ha iniziato quindi a far visita al cimitero comunale come una parente che va a trovare un caro defunto, tenendo pulito lo spazio, innaffiando le piante e portando in dono qualche abbellimento. Il problema, da cui è scattata la denuncia, è sorto quando la donna ha preso di mira i loculi adiacenti depredandoli dei doni e degli abbellimenti portati dai familiari.

Ha dovuto rispondere di furto aggravato visto che gli oggetti in questione sono esposti a pubblica fede. E' bastata la perizia dello psichiatra Andrea Andreani, chiamato a deporre nel tribunale di Cesena ieri, per togliere ogni dubbio sulla pericolosità dell'imputata. Ha reso noto come la donna sia affetta da una grave forma di depressione che le impedisce di comprendere il reato. Ha poi escluso la sua pericolosità sociale.


Infatti, in venti anni di malattia, ha detto il perito, l'unico reato che ha commesso è stato il furto di oggetti dalle tombe. Il Pm Marina Tambini ha chiesto l'assoluzione per l'imputata poi confermata dalla sentenza del giudice Marco Dovesi perchè incapace di intendere e volere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adotta la tomba di un uomo che assomigliava al padre. Assolta

CesenaToday è in caricamento