menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Io mi sento": a Cesenatico ciclo di incontri per contrastare la violenza psicologica

Si tratta di un ciclo di incontri psico-educativi finalizzati ad offrire l’opportunità di aumentare la consapevolezza dei propri sentimenti nelle relazioni con gli altri e quindi a riconoscere e prevenire la violenza psicologica

Parte a febbraio al Centro Donna “Io mi sento. La consapevolezza del maltrattamento psicologico''. "Si tratta di un ciclo di incontri psico-educativi finalizzati ad offrire l’opportunità di aumentare la consapevolezza dei propri sentimenti nelle relazioni con gli altri e quindi a riconoscere e prevenire la violenza psicologica - spiega l’assessore Lina Amormino -. “Io mi sento” rappresenta la formula della Comunicazione Empatica, modalità che aiuta a gestire i conflitti''. A condurre gli incontri la psicologa-psicoterapeuta, Federica Pratelli.

"Questi incontri sono rivolti alle donne che intendono vivere meglio un rapporto affettivo ma anche per acquisire strumenti per riconoscere e contrastare la violenza psicologica nelle relazioni - aggiunge Amormino -. Offrono l’opportunità di vivere esperienze mirate ad individuare il proprio stile di relazione, i sentimenti vissuti in un contesto guidato, in un clima di accoglienza e accettazione. Verranno proposti momenti di riflessione e forniti strumenti per riconoscere le situazioni di prevaricazione di genere sull’altro e di maltrattamento nelle relazioni intime".

Continua l'assessore nell'illustrazione dell'incontro: "Confrontandosi “da donna a donna”, le une con le altre, si formeranno dei gruppi di auto-aiuto che permettono di rompere il silenzio e l’isolamento, di creare e rafforzare una rete di rapporti per confrontarsi, dando consapevolezza e rinforzo delle proprie risorse e ritrovando un proprio equilibrio fisico ed emotivo, ricostruendo la propria autostima e la propria fiducia di sé. Nella condizione di solidarietà e incoraggiamento reciproco tipica dei gruppi di auto-aiuto, risulterà stimolata l’espressione delle emozioni,  permettendo di riconoscere il disagio, dando nome, forma e movimento alla sofferenza, e di individuare i metodi per porre fine ad ogni situazione di prevaricazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento