Arrestata in flagranza la "manager" della dottoressa del piacere

Accusata di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Leidi Delgado Santiesteban, una colombiana di 29 anni, rischia fino a 12 anni di carcere

Arrestata per sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione. Leidi Delgado Santiesteban, una colombiana di 29 anni, rischia fino a 12 anni di carcere. Per l'accusa gestiva una casa per appuntamenti in cui trovavano lavoro due colombiani Manuela e Lorna, un travestito. Ricevevano clienti anche al ritmo di tre in mezz'ora. Negli annunci su internet e su carta, Manuela si faceva chiamare la “dottoressa del piacere”. Le prestazioni andavano dai 50 ai 100 euro.

La clientela era composta anche da imprenditori, era trasversale e comunque diversa da chi abborda prostitute in strada. L'operazione ha visto sul campo gli agenti della municipale e della Squadra Mobile; è scattata il 27 agosto. Quando gli agenti hanno fatto irruzione nell'appartamento di uno dei condomini di Valverde hanno colto la Delgado in fragranza di reato. Sono stati interrogati anche i clienti che non hanno potuto far altro che confermare le ipotesi della polizia. All'interno dell'appartamento c'erano diversi sex toys, gel lubrificante, denaro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La municipale è stata protagonista della prima fase dell'operazione. Consisteva nell'identificazione degli appartamenti segnalati su siti e annunci sulla carta stampata. Le indagini sono proseguite perchè è emerso che chi li affittava, anche più d'uno contemporaneamente, non ci viveva. Dalle indagini successive è emerso che i due colombiani facevano capo all'arrestata.

Per lei sono scattati i domiciliari visto che si trova in stato di gravidanza. Ma l'accusa è pesante e l'ipotesi al vaglio delle forze dell'ordine è che già in passato la Delgado abbia utilizzato questa procedura nei confronti di altre sette ragazze. Lei faceva la spola tra Cesenatico e Alessandria in piemonte e fin ad oggi non era nota alle forze dell'ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento