Cesenatico, approvato il primo atto di indirizzo per la nuova programmazione urbanistica

“Si tratta - spiega Gozzoli - di un primo ed importante passaggio verso una nuova pianificazione urbanistica"

Il Consiglio comunale di Cesenatico ha approvato mercoledìdue delibere con 10 voti favorevoli (Pd-Pri) e 6 contrari (Lista Buda, Forza Italia e M5S), relative all’annullamento in autotutela del Rue e al primo atto di indirizzo in materia di pianificazione del territorio. Con questi due atti il Comune di Cesenatico si avvia ad un nuovo percorso di pianificazione urbanistica in linea con la nuova legge urbanistica regionale, che sarà approvata dalla Regione entro il mese di novembre. “Si tratta - spiega il sindaco Matteo Gozzoli - di un primo ed importante passaggio verso una nuova pianificazione urbanistica, in linea con le nuove linee regionali e con il programma di mandato, che individuava nel recupero dell’esistente e nella netta riduzione del consumo di suolo due obiettivi primari. Cesenatico ha forte bisogno di voltare pagina in materia di sviluppo del territorio. Negli ultimi anni si sono sentite solo promesse e proclami, in concreto sono stati prodotti solamente atti pasticciati, pieni di illegittimità rilevate dagli enti sovraordinati. L’impegno che abbiamo assunto come amministrazione è quello di rendere trasparente gli obiettivi e i percorsi dell’amministrazione, rendendo chiari gli indirizzi di lavoro". Conclude il primo cittadino: "Proprio nei giorni scorsi la Regione ha risposto positivamente alla nostra proposta di avviare un percorso di collaborazione con gli uffici regionali come Comune sperimentatore della nuova legge urbanistica; a tal proposito nelle prossime settimane sigleremo un’apposita convenzione".

Novità importanti sono contenute all’interno dell’atto di indirizzo, che traccia un percorso di avvicinamento alla nuova legge in 3 tappe: annullamento del Rue, redazione di una variante normativa al Prg ’98 e, appena approvata la nuova legge regionale, avvio dell’iter per la predisposizione del nuovo piano urbanistico in intesa con la Regione. Nelle more della predisposizione del Pug (Piano Urbanistico Generale), sarà approvato – come previsto dalla legge in itinere - un atto di indirizzo per dare attuazione a quella parte di previsioni urbanistiche contenute nel Psc che concorrono agli obiettivi individuati dall’amministrazione. Tra gli obiettivi spiegati dal sindaco Gozzoli in Consiglio vi è quello di puntare ad una decisa riduzione del consumo di suolo, privilegiando gli interventi di riqualificazione per recupero e rigenerazione dell’esistente, nonché di ricucitura e completamento, soprattutto nelle frazioni in cui vi sono reali fabbisogni abitativi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tra le priorità individuate già in questa fase vi sono la riqualificazione della cosiddetta Città delle Colonie di Ponente, da via Magellano al canale Tagliata, la possibilità di interventi di completamento a Bagnarola per una capacità non superiore al 30% delle previsioni già contenute nel Psc, l’eliminazione degli ambiti per nuovi insediamenti residenziali collocati nella zona del depuratore e nella frazione di Sala. La prossima tappa è prevista entro l’autunno e riguarderà una variante di mero adeguamento normativo del Prg ’98, uno strumento che oggi ha esaurito la sua capacità, e che nel passaggio al nuovo Pug necessita di urgenti interventi manutentivi di carattere normativo, per riallinearlo alle nuove norme regionali e nazionali, che dal 1998 ad oggi si sono susseguite. Si tratterà di un intervento finalizzato a dare risposte nell’immediato, soprattutto per i piccoli interventi. Tra le misure già annunciate dal Sindaco per la variante, l’aggiornamento dei parametri per il conteggio delle superfici ai fini dell’indice edificatorio e l’incentivazione al recupero dei sottotetti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento