Cronaca

Il Verdi a muso duro: "Multa? Per non aver esposto la licenza. Non c'entra nulla con la sicurezza"

Maicol Ucci, responsabile settore notte: "Solo una multa da 'fessi', cosa c'entra con la sicurezza? Ci dipingono come il male"

Maicol Ucci, responsabile settore notte del Teatro Verdi, utilizza un post su Facebook per difendere la discoteca, dopo la notizia apparsa su un giornale di una multa incassata dal locale. Sul tavolo c'è la solita polemica relativa alla Festa dei 100 Giorni dello scorso 13 marzo. "Oggi andiamo sui giornali per la pericolosissima sanzione di non aver esposto la licenza di attività all'ingresso", ironizza Ucci.

"Ci consideriamo ovviamente dei 'fessi' per questa multa presa e i vigili urbani hanno fatto benissimo a sanzionarci per non aver esposto la licenza di attività. Ma quale sarebbe il pericolo per l’incolumità dei clienti a causa di questa nostra mancanza? Direi che una multa dai vigili urbani per questa grave dimenticanza la si può anche perdonare (dopo aver pagato la multa giustamente)".

I controlli, 'svela' Ucci, hanno portato anche altre due sanzioni: "La prima è dalla Siae, per non aver svolto musica dal vivo per il 51% della serata al fine di ricevere il concordato sgravio sulla quota Siae. La seconda è la dimenticanza di non aver lasciato aperta la porta del cancello nel cortile del retro del locale, dove solitamente scaricano merci i fornitori, per questo pagheremo la nostra multa giustamente".

"Non siamo perfetti - conclude il responsabile settore notte del Verdi - ma dipingerci come il male, come un pericolo per gli avventori del nostro locale mi è sembrato esagerato e singolare".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Verdi a muso duro: "Multa? Per non aver esposto la licenza. Non c'entra nulla con la sicurezza"

CesenaToday è in caricamento