menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Svolta clamorosa nelle indagini, Gigli ucciso in Brasile per gelosia. L'omicida linciato dalla folla

La polizia brasiliana ha totalmente cambiato pista: "Tutto indica che si tratta di un delitto passionale. Pare che quella mattina l'omicida abbia visto Gigli intrattenersi con la sua ex moglie, e abbia reagito uccidendolo"

C'è una clamorosa svolta nelle indagini sulla morte di Gabriele Gigli, il 64enne cesenate ucciso in Brasile, nella piccola località di Itaunas. A riportarla è il giornale brasiliano "A Gazeta".  Un delitto, viene sottolineato, ancora avvolto da molti dubbi, e che ha suscitato molto clamore nella piccola località brasiliana, che si trova nello Stato di Espirito Santo.

Il giornale brasiliano ha intervistato Isaac Gagno, il capo della polizia che sta investigando. Quest'ultimo ha riferito in primis un particolare agghiacciante. Il sospettato dell'omicidio è stato linciato e probabilmente ucciso dagli abitanti della piccola cittadina. Gigli era stato ucciso lo scorso 4 dicembre e la polizia brasiliana si era subito indirizzata verso l'ipotesi di una rapina finita male. Da circa due anni il 64enne si era trasferito in Brasile per un "buen retiro" interrotto da questo terribile delitto.

Ma ora, la polizia del posto ha totalmente cambiato pista come riferisce Gagno: "Tutto indica che si tratta di un delitto passionale. Pare che quella mattina l'omicida abbia visto Gigli intrattenersi in atteggiamenti intimi con la sua ex moglie, e abbia reagito uccidendolo".

Insomma un omicidio passionale, con l'autore del crimine che si sarebbe scagliato, con la mente annebbiata dalla gelosia, contro il cesenate con una pietra. Il sospettato ha 39 anni, ma prima di essere arrestato sarebbe stato appunto linciato dai compaesani. Il problema è che il corpo dell'uomo non è stato ancora trovato e quindi risulta formalmente latitante. C'è un mandato di arresto per il 39enne ma non è assolutamente escluso che l'uomo nel trambusto successivo all'omicidio sia stato ammazzato e fatto sparire dalla folla inferocita.

La pratica del linciaggio, ovviamente assurda ai nostri occhi, non è così inusuale in particolare nei piccoli villaggi brasiliani. E' la "pena" che viene riservata a chi si macchia di delitti gravi, e dimostra anche che Gigli era benvoluto dalla comunità in cui viveva.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento