Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

CesenaLab attacca la spina: lancia le prime idee da mostrare al ministro

Venerdì ospiterà il ministro Josefa Idem. L'incubatore di impresa in ambito digital web e new media è nato grazie all'accordo siglato fra Comune di Cesena, Fondazione Cassa di Risparmio e Università di Bologna

“CesenaLab – idee per crescere” è realtà. L’incubatore di impresa in ambito digital web e new media è nato grazie all’accordo siglato fra Comune di Cesena, Fondazione Cassa di Risparmio e Università di Bologna – Campus di Cesena. Scopo di CesenaLab è di sostenere l’avvio di idee imprenditoriali innovative di giovani, in modo che possano poi svilupparsi autonomamente e, così, favorire in prospettiva la crescita dell’intero sistema economico del territorio.

La scelta di concentrarsi sulle Information Tecnologies è scaturita dalla consapevolezza che il settore è oggi di gran lunga il più dinamico e, come risulta dai dati forniti dall’Osservatorio del Politecnico di Milano, da solo esprime quasi il 50% delle start up italiane. Una vivacità confermata a livello locale, anche grazie alla presenza di corsi universitari legati all’informatica, tanto che già oggi nel cesenate si contano circa un migliaio di addetti occupati in questo settore e si registra la continua nascita di nuove attività. In molti casi, però, anche le buone idee si scontrano con difficoltà di vario tipo: burocrazia, logistica, accesso al credito. CesenaLab mira a intervenire in questa prima fase, aiutando i progetti più brillanti a concretizzarsi per metterli poi nelle condizioni di proseguire sulle loro gambe.

In particolare, “CesenaLab – idee per crescere” propone un percorso di incubazione di durata annuale. Per questo periodo i progetti selezionati potranno contare su una sede gratuita nei locali di via Martiri della Libertà (messi a disposizione dalla Cassa di Risparmio) dove è stato realizzato un open space di 350 mq con spazi attrezzati, cablati e arredati. Inoltre sarà offerta la possibilità di fruire di servizi specialistici.

La valutazione delle proposte da ammettere è affidata a un Comitato scientifico, guidato dal professor Luciano Margara in veste di Responsabile Scientifico del progetto per conto del Campus di Cesena e di cui fanno parte il prof. Matteo Golfarelli, docente di analisi dati da Guido Pedrelli e Daniele Gabellini indicati dalla Fodnazione Cassa di Risparmio, l’Assessore Matteo Marchi e Tommaso Dionigi, indicati dal Comune e Gianluca Giovannetti, Direttore Sistemi Informativi, Organizzazione ed Attuazione Strategia del Gruppo Amadori, indicato dalle Associazioni di Categoria.

Il Comitato scientifico è incaricato anche di verificare periodicamente l’andamento dei progetti e la loro conformità con i presupposti per i quali sono stati selezionati. Possono presentare idee progettuali per l’accesso a CesenaLab team di due o più persone – preferibilmente di età compresa fra i 18 e i 35 anni (ma se nel gruppo ci sono componenti più anziani non è un ostacolo) – orientati alla creazione di un’impresa nell’ambito digital, web e new media nel territorio cesenate. Particolare attenzione sarà riservata alle idee ad alto contenuto innovativo, con specifico riferimento agli ambiti dell’e-commerce, consumer, education&edutainment, personal health and wellness, small business management.

Ci sono due progetti selezionati che da oggi potranno cominciare a operare all’interno dell’incubatore. Si tratta di FitStadium e Trail me up.

FitStadium è il progetto presentato da Denis Brighi e Luca Domeniconi, due giovani ingegneri informatici. Si tratta del “social network del fitness” per rimettersi in forma e per raggiungere un fisico da sogno. FitStadium, come un personal trainer, analizza, condivide e confronta i tuoi allenamenti. Inoltre sceglie il programma di allenamento migliore sulla base delle tue caratteristiche per permetterti di raggiungere i tuoi obiettivi fisici oppure per rimettersi in forma nella maniera più veloce possibile.

Trail me up è l’idea presentatada un gruppo di laureati e neolaureati con diverse competenze (informatica, psicologia, scienze ambientali, geologia, economia aziendale, comunicazione). Project leader è Fabio Zaffagnini. Grazie a Trail Me Up è possibile fare visite virtuali guidate all'interno di parchi naturali, vie di montagna, villaggi sperduti ecc…E' una sorta di Google Streetview per sentieri, a cui è affiancata una parte di contenuti che spiegano con taglio documentaristico ciò che è inquadrato nelle panoramiche.

Per l’inaugurazione di CesenaLab si è voluto organizzare un momento di approfondimento sulle prospettive di sviluppo del digitale e delle start up in Italia. Così, accanto al Sindaco di Cesena Paolo Lucchi, al Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Cesena Bruno Piraccini e al professor Luciano Margara, sono stati invitati a portare il loro contributo tre esperti: Emil Abirascid, Alessio Meloni, e Anna Maria Di Ruscio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

CesenaLab attacca la spina: lancia le prime idee da mostrare al ministro

CesenaToday è in caricamento