Stop imprevisto per la nuova sede dell’Igiene Ambientale di Hera

la ditta appaltatrice ha deciso di sospendere le attività, con conseguente risoluzione del contratto. Il sindaco: "Sono preoccupato"

I lavori per la costruzione della nuova sede dell’Igiene Ambientale a Pievesestina hanno subìto uno stop imprevisto, a causa della risoluzione del contratto con la ditta appaltatrice, ma Hera intende comunque mantenere l’impegno di lasciare liberi entro settembre i locali finora utilizzati a Ponte Abbadesse, e per questo sta cercando una soluzione transitoria.
 
Questa, in estrema sintesi, la risposta arrivata dal direttore di Hera di Forlì-Cesena Franco Fogacci alla lettera che il Sindaco Paolo Lucchi
aveva inviato il 19 giugno ai vertici della multiutility per chiedere conferma circa il rispetto delle scadenze indicate da loro nei mesi scorsi.

“Durante la visita compiuta insieme alla nuova sede dell’Igiene ambientale (nell’aprile scorso) – ricordava il Sindaco nella sua lettera a Hera – ci avevate comunicato che la previsione di conclusione dei lavori a giugno 2012 e l’effettivo trasferimento dei servizi da Ponte Abbadesse per il prossimo settembre”.
 
La risposta di Hera fornisce un quadro diverso da quello atteso, soprattutto perché riferisce che la ditta appaltatrice ha deciso di sospendere le attività, con conseguente risoluzione del contratto. “Ma – si affretta a rassicurare il direttore della SOT – proprio per tener fermi gli impegni assunti, mentre daremo corso con altra impresa al completamento dei lavori, ci siamo attivati per l’individuazione di una soluzione alternativa per trasferire le attività oggi svolte in via Sorrivoli”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In particolare, Hera riferisce di aver già contattato l’Ufficio Tecnico del Comune per definire rapidamente l’iter autorizzativo, allo scopo di poter liberare l’immobile attualmente occupato a Ponte Abbadesse entro i termini concordati, e garantisce che dedicherà tutte le risorse a sua disposizione per una rapida realizzazione di questa ipotesi.
 
Prendendo atto della situazione, il Sindaco Lucchi non nasconde la sua preoccupazione e, ringraziando Hera della risposta ottenuta, ribadisce la  necessità di definire velocemente le modalità per uscire dall’impasse. “Purtroppo – osserva in una nuova missiva indirizzata al direttore Fogacci e, per conoscenza, al Presidente Hera Tommasi di Vignano e al consigliere di amministrazione Roberto Sacchetti - la risoluzione del contratto in essere con la ditta appaltatrice dei lavori della nuova sede di Pievesestina, comporta ulteriori problematiche, cui occorre garantire impegni urgenti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento