Dalla Spagna a Cesena per spacciare due chili di hashish

L'odissea di due marocchini che tentavano il salto di qualità è stata stroncata sul nascere dagli uomini del Commissariato di polizia di Cesena, della Mobile di Forlì e Ravenna

Il materiale sequestrato

Da Alicante in Spagna alla stazione di Cesena per spacciare hashish. Le piazze principali erano Cesena e la riviera. L'odissea di due marocchini che tentavano il salto di qualità è stata stroncata sul nascere dagli uomini del Commissariato di polizia di Cesena, della Mobile di Forlì e Ravenna. Le manette sono scattate lunedì nel tardo pomeriggio quando la polizia ha fermato un 36 enne appena sceso dal treno. Dentro la borsa nascondeva un borsello con 20 panetti di hashish per un totale di due chili di sostanza. Era insieme ad un complice che è fuggito. Ma non per molto.

Il giorno successivo è stato individuato e fermato nella pineta di Pinarella di Cervia. In tasca aveva 800 euro in banconote da 20, 50 e 100, di cui non ha saputo spiegare la provenienza. L'uomo era già noto alle forze dell'ordine per spaccio e rapina. Era domiciliato a Ravenna, ma senza fissa dimora e senza permesso di soggiorno. I due sono accusati di spaccio internazionale di sostanze stupefacenti e vanno incontro a una pena compresa tra i 6 e i 20 anni di carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I due sono sempre stati molto accorti nel non farsi notare, ma a destare sospetti è stato soprattutto uno di loro. Nei giorni scorsi infatti si è recato in Spagna in aereo con un volo costoso. Secondo gli inquirenti è giunto nella penisola iberica per fare rifornimento. Ma per il rientro in Italia è salito a bordo di un pullman partito dal Marocco. Un viaggio della speranza che però permetteva di evitare scali di frontiera e controllo bagagli.

Giunto a Milano si è unito al complice e hanno preso il treno. I due hanno raggiunto Cesena con grande prudenza, evitando scali grossi e sfruttando le piccole stazioni lungo il tragitto. Quando il primo ha sentito il freddo acciaio delle manette stretto ai polsi si è sorpreso tanto che non ha neppure tentato di liberarsi della merce. Due chili di hashish possono fruttare anche 20mila euro. Questo arresto è una ulteriore prova che la piazza cesenate si conferma ricettiva dal punto di vista della richiesta di droga.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento