Il sindaco risponde al Pli: "Vi manca piena consapevolezza"

Gli esponenti cesenati del Pli hanno suggerito all'Amministrazione comunale di prendere spunto da quanto sta portando avanti Forlì a sostegno del centro. Botta e risposta con il comune

Gli esponenti cesenati del Pli suggeriscono all’Amministrazione comunale di prendere spunto da quanto sta portando avanti Forlì in termini di politiche per il sostegno del centro storico. “Concordiamo – scrive il sindaco - sul fatto che è sempre utile osservare le idee sviluppate da altri, e che spesso è possibile trovare spunti per rilanciare intuizioni importanti anche nel proprio contesto. Riteniamo però altrettanto vero che una forza politica attiva, almeno sulla stampa, in città, dovrebbe porre un po’ più di attenzione a ciò che in città avviene”.

“Ad Angeli e Vandelli, infatti, è evidentemente sfuggito che quel che ci suggeriscono di fare (cioè “un sistema condiviso per calmierare i costi degli affitti dei negozi, soprattutto in avvio di attività“), in realtà, è già operativo da mesi. Esattamente dal 4 luglio scorso, quando abbiamo pubblicato l’avviso pubblico legato al progetto “Accendiamo le vetrine spente”, frutto di una delibera di indirizzo votata dal consiglio comunale nell’estate 2011 a cui ha fatto seguito la firma di un protocollo di intesa fra Amministrazione comunale e Associazioni di categoria”.

“Farà quindi piacere agli esponenti del Pli cesenate  che la leva su cui si innesta l’incentivo previsto per i proprietari di negozi sfitti che decidono di affittare a nuove attività - preferibilmente svolte da persone con meno di 40 anni e da donne - è proprio quella del rimborso Imu (rimborso e non sgravio, cosa non prevista dalla legge: altra cosa cui il Pli farebbe bene a prestare più attenzione..), così come loro suggeriscono di fare. Entrando nel dettaglio, l’avviso pubblico infatti prevede, per chi affitta un locale ad affitto calmierato, un contributo pari a 13/mq (circa coincidente con il vecchio sgravio Ici), mentre per il conduttore, ossia il neoimprenditore, la copertura delle spese fideiussorie per due annualità. Ma forse al Pli manca ancora una piena consapevolezza di quel che avviene – e di quel che viene presentato – in città”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non si fa attendere la risposta dei liberali. "Apprendiamo - scrivono Angeli e Vandelli - della risposta del sindaco alla nostra proposta di avviare una azione incisiva, prendendo spunto da ciò che fa il comune di Forlì, per sostenere il commercio in città, specialmente agendo su Imu e affitti. Respingiamo l'accusa di non avere consapevolezza di quello che l'amministrazione fa, anzi la nostra proposta era volta proprio ad incoraggiare l'amministrazione ad "osare di più" su questo versante. Le misure illustrate dal sindaco ci sembrano infatti deboli e poco efficaci, non ci pare infatti che in questi mesi abbiano sortito risultati, altrimenti il sindaco stesso non avrebbe mancato di elencarli. Non ci pare quindi di essere noi a non avere consapevolezza, ma piuttosto ci sembra che l'amministrazione stessa manchi di consapevolezza sul livello di difficoltà del tessuto commerciale cittadino, di certo i provvedimenti che ha in programma, da Icarus alla chiusura di Piazza della Libertà non vanno nel senso auspicato dai commercianti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento