Cesena si prepara a celebrare il 75esimo anniversario della liberazione

Tante le iniziative in programma tra aneddoti e percorsi tematici sui luoghi della resistenza

Il 20 ottobre 1944 le truppe alleate e i partigiani liberavano Cesena dall’occupazione nazi-fascista. Oggi, a distanza di 75 anni, l’intera città si prepara a celebrare il ricordo della liberazione con una serie di iniziative promosse dall’Amministrazione comunale, in collaborazione con l’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea. Le celebrazioni prenderanno avvio domenica 13 ottobre, alle 14,45, a Bulgaria dove la parrocchia di S. Biagio e l'Associazione Pro Rubicone terranno un incontro pubblico, dal titolo “Io c’ero”, in ricordo del passaggio del fronte e della liberazione di Bulgaria e Calisese. “In merito alla data del 13 ottobre – spiegano gli organizzatori dell’iniziativa – da documenti delle truppe canadesi risulta che in quel giorno erano già entrati nel territorio di Cesena e che le avanguardie canadesi alla sera dello stesso giorno erano prossime all'abitato di Case Missiroli”.

Le celebrazioni proseguiranno venerdì 18 ottobre, alle 20,45, a Palazzo Nadiani (via Dandini, 5) con la messa in scena dello spettacolo di teatro civile diretto e interpretato da Carlo Mega “Serva Italia. Italiani strana gente”. L’evento è organizzato dall’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Forlì-Cesena.

Il cuore delle celebrazioni tuttavia sarà domenica 20 ottobre, alle 11 sotto il Loggiato del Municipio con la deposizione della corona di alloro sulla lapide a Cesena Medaglia d'argento al Valor militare. Previsti il saluto della Presidente del Consiglio comunale Nicoletta Dall’Ara e l’intervento del Sindaco Enzo Lattuca. Dalle 8 della stessa giornata inoltre saranno deposte corone nel Cimitero Militare degli Alleati, al Monumento al Partigiano in Viale Carducci, sulla Lapide a Mario Guidazzi (in Corso Cavour, 157), sul Monumento ai Caduti di Cefalonia (in Viale Carducci), sulla Lapide in ricordo degli Ebrei caduti e deportati per motivi razziali (Piazza Almerici), sulla lapide ai Caduti partigiani nel Loggiato del Palazzo Comunale, sulla lapide alle Vittime civili di guerra nell’Atrio del Palazzo Comunale, nello Sferisterio della Rocca, sul Monumento alle vittime di Ponte Ruffio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il calendario di iniziative volgerà alla conclusione lunedì 21 ottobre con un percorso di trekking urbano sui luoghi della guerra e della Resistenza riservato alle scuole secondarie di primo grado e organizzato dall’Istituto per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Forlì-Cesena. La partenza è fissata alle 8,30 in Piazza del Popolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento