Cesena in B, il rammarico di Campedelli: "Ci siamo svegliati tardi"

Il presidente del Cesena, Igor Campedelli, esprime tutto il suo rammarico per la retrocessione in serie B. La squadra 2011-2012, almeno sulla carta, era più forte di quella che nella passata stagione ha conquistato la salvezza

Il presidente del Cesena, Igor Campedelli, esprime tutto il suo rammarico per la retrocessione in serie B. La squadra 2011-2012, almeno sulla carta, era più forte di quella che nella passata stagione ha conquistato la salvezza. I bianconeri puntavano sul genio di Adrian Mutu, ma l'ex bomber di Juve, Chelsea e Fiorentina ha giocato al di sotto delle aspettative e delle sue potenzialità. Ma Campedelli non addossa tutte le colpe sulla punta romena: “Non mi ha deluso”

Il numero uno bianconero ha invece sottolineato come il Cesena si sia “svegliato troppo tardi” e che “non è mai stato all'altezza della situazione”. Il prossimo anno si ripartirà dalla B, probabilmente con Mario Beretta: “Ci siamo trovati bene”. E' dello stesso avviso anche il mister: "Qui a Cesena si può lavorare bene. Ne parleremo a fine stagione”. Non sembra spaventato dal campionato cadetto Vangelis Moras: "Tornare a giocarci non mi spaventa. Sono pronto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

APPLAUSI - “Sono stato estremamente fiero dell’applauso finale rivolto alla squadra a fine partita - dice ancora Campedelli -. I nostri tifosi si sono accorti con quanto impegno e dignità la squadra stia affrontando questo finale di stagione e ci hanno voluto premiare con un gesto che, per me, vale quanto una vittoria. Si parla tanto sui media quando accadono episodi sgradevoli, ma non abbastanza quando, al contrario, si verificano eventi “straordinari” per la realtà italiana. A molti potrà sembrare banale, ma ieri, una volta di più, mi sono sentito orgoglioso e ripagato dei tanti sacrifici fatti per creare uno stadio confortevole e bello, in cui ogni cesenate possa sentirsi come a casa sua”. Lo stadio del Cesena Calcio è da serie A e forse, se ce lo concedete, qualcosa di più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento