Cronaca

Ritorno alle origini: "Venti ettari di terreno tornano ad uso agricolo"

Il Sindaco Lucchi e l'Assessore Moretti: "Il nostro impegno è guidato da due principi fondamentali: ridurre il consumo del suolo ma, al tempo stesso, favorire lo sviluppo delle aziende che creano lavoro"

Ritorneranno ad uso agricolo 20 ettari che, secondo le indicazioni del Piano regolatore, erano stati destinati all’edificazione. A prevederlo la Variante 5/2012 al Prg, già approvata dalla Giunta e sulla quale dovrà pronunciarsi il Consiglio Comunale nella seduta convocata per il 28 febbraio. E, in futuro, per le nuove previsioni – in particolare nel settore produttivo – saranno prese in considerazione solo le aziende che garantiscano l’investimento, sia in termini di sviluppo che occupazionali, o situazioni relative ad aree già edificabili, come già accaduto per gli accordi di programma per il social housing.

A anticiparlo il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alle Politiche di qualificazione urbana Orazio Moretti in una lettera inviata ai capigruppo nella quale, oltre a riassumere i contenuti della Variante, ricordano i principali provvedimenti assunti in passato in questa materia.

"Soprattutto - scrive l'amministrazione - , evidenziano i due principi fondamentali a cui si è ispirata, fin dal suo insediamento, l’Amministrazione comunale di Cesena. Da un lato, l’assoluta priorità delle politiche di riqualificazione urbana, nella consapevolezza che il territorio è un bene finito e non riproducibile, da cui l’impegno a concretizzare un minor consumo del suolo agricolo. Dall’altro, la volontà di dare risposte alle esigenze delle aziende, per favorire lo sviluppo produttivo e occupazionale, in coerenza con un altro obiettivo prioritario dell’Amministrazione cesenate, vale a dire il lavoro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritorno alle origini: "Venti ettari di terreno tornano ad uso agricolo"
CesenaToday è in caricamento