Sgominata una banda che rapinava banche da Palermo a Cesena

I Carabinieri li hanno presi a un anno di distanza dalla rapina che avevano commesso a Pievesestina nella filiale della Brc

I Carabinieri di Forlì e di Cesena li hanno presi a un anno di distanza dalla rapina che, secondo le indagini dei militari, avevano commesso a Pievesestina nella filiale della Brc. Bottino 12mila euro da spartire in quattro, tutti di origine palermitana, tutti sopra i quaranta anni tranne un ventenne. Erano entrati uno per volta e, minacciando il direttore e la commessa – gi unici presenti all'interno –, si erano fatti consegnare i soldi. In più li hanno legati e chiusi in uno stanzino. Solo uno aveva il volto coperto e, grazie alle riprese delle telecamere, sono stati individuati dopo un accurato percorso di accertamenti.

Le indagini hanno portato all'individuazione di uno dei quattro e si scopre subito che il vizio della rapina lo aveva portato a colpire anche una banca a Lucca. Grazie alla collaborazione con i Carabinieri del posto si individua il primo nome e dopo un'attenta indagine si scopre che gli altri tre erano già stati raggiunti da ordinanze di custodia cautelare. I militari hanno ricostruito i loro spostamenti nei periodi in prossimità del colpo a Pievesestina e hanno verificato la loro presenza nei giorni precedenti. Infatti alcuni di essi si spostavano non solo in macchina ma anche con l'aereo per raggiungere il nord Italia da Palermo. L'accusa è di rapina e par alcuni di loro, pesano anche le recidive specifiche.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



Il Comandante dei Carabinieri di Forlì de Gori, i tandem con il comandante Polio a capo del reparto di Cesena, hanno messo in chiaro come a Cesena ci sia un calo nelle rapine e che in casi di reato le indagini non hanno tregua. Hanno poi aggiunto il fatto che l'individazione dei quattro è stata possibile anche grazie all'ottima qualità delle immagini registrate dal circuito della banca.
Attualmente i quattro sono in carceri diversi: a Palermo, Modena, Pisa e Favignana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento