La città che non va, che rischi ad attraversare via Calcinaro e via Cervese

Per la rubrica "La città che non va" ecco una serie di nuove segnalazioni. I lettori denunciano in questo caso soprattutto vari punti critici della viabilità cittadini, con pericoli che possono essere evitati con le necessarie messe in sicurezza.

Per la rubrica “La città che non va” ecco una serie di nuove segnalazioni. I lettori denunciano in questo caso soprattutto vari punti critici della viabilità cittadini, con pericoli che possono essere evitati con le necessarie messe in sicurezza. Per inviare le tue segnalazioni (non anonime, possibilmente con fotografie): redazione@romagnaoggi.it. Gireremo le segnalazioni alle autorità preposte.

VELOCITA' ELEVATA IN VIA CALCINARO

Dice nella sua segnalazione Serena Venturi: “Sono una delle tante persone residenti in via Calcinaro, a Martorano. Noi abitanti abbiamo paura di attraversare la strada, anche solo per compiere quei gesti quotidiani come buttare la spazzatura, a causa dell'elevata velocità a cui sfrecciano le auto. Il limite è di 50km/h e di giorno le auto vanno abbastanza più veloci mentre di notte si fa fatica a dormire a causa del continuo traffico soprattutto di tir che superano di ben lunga la velocità indicata. Specifico che esattamente sotto casa mia ho l'attraversamento pedonale e la fermata dell'autobus, ma tutta questa segnaletica non è mai servita infatti ho rischiato di essere investita diverse volte o per cause dovute alla velocità oppure perché l'auto in avvicinamento frena mentre quella dietro supera, chiaramente in un tratto in cui è vietato”. La segnalazione chiede un limitatore di velocità.

“Segnalo inoltre che poco distante dalla mia abitazione, anni fa è stato installato un semaforo pedonale con un tutor che se veniva superata la velocità di 50 km/h il semaforo diventava rosso, ma dopo qualche tempo il tutor non è stato più in funzione. Sono così insistente perché abbiamo scritto già due volte in comune per chiedere un incontro con persone addette a questo problema ma non abbiamo mai ricevuto risposta”.

VELOCITA' ELEVATA IN VIA CERVESE

Problema analogo per Alessandro Marani, che nella sua segnalazione illustra: “Abito in via Cervese tra Sant'Egidio e Villachiaviche nei pressa della ditta “Grillo”. Ebbene vorrei segnalare che quel tratto di Cervese tra i due semafori la sera è come la pista di Misano: moto a tutto gas ben oltre i 100km/H con l’inserimento delle marce in rapida successione cosi come le macchine che sfrecciano ben oltre i limiti. Ora c’è un misero passaggio pedonale, noi abitanti della zona facciamo fatica ad attraversare sia a piedi che in bici o in macchina. Soprattutto gli anziani hanno difficoltà ad attraversare e raggiungere la ciclabile”.

Quindi la proposta: “Se non si possono mettere i dossi perché non mettere un autovelox che fungerebbe da deterrente? Quel tratto di strada è una pista dove i pedoni rischiano tutti i giorni”.

ATTRAVERSAMENTO DIFFICILE IN VIA MADONNA

Infine la segnalazione di Valeria Zittignani: “Abito in via Madonnina in zona Case Frini a Cesena e nel punto in cui si immette in via Madonna, per la scarsa visibilità che c'è nell'attraversamento delle corsie (questo perchè molti sono soliti parcheggiare proprio all'angolo delle due strade), si è costretti ad andare molto in avanti nella corsia di immissione e ciò comporta un reale pericolo per chi deve attraversare. Fra l'altro la via madonna è una strada di grande traffico in quanto con essa è facilmente raggiungibile la zone del Montefiore”. La cittadina chiede “eventuali paletti o specchio per segnalare meglio la zona ed attraversare la strada senza alcun pericolo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La stessa cittadina loda invece l'ammodernamento fatto in un altro punto della strada: “In questi giorni ho notato che avete provveduto alla sistemazione della via madonna che si immette nella via molto stretta (via Iotti) provvedendo ad un piccolo allargamento di corsia e di curva e di questo ve ne sono molto grata”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento