Pli: "Quelle semplici domande a cui Lucchi non risponde"

"L'occasione - esordisce Stefano Angeli dei liberali - ci viene, neanche a dirlo, dall'ennesimo rattoppo di via Cesare Battisti, avvenuto stamattina, martedì all'incrocio con via Curiel"

“L'occasione – esordisce Stefano Angeli dei liberali - ci viene, neanche a dirlo, dall'ennesimo rattoppo di via Cesare Battisti, avvenuto stamattina, martedì all'incrocio con via Curiel. Occasione per riproporre al sindaco Paolo Lucchi un paio di domande a cui in questi anni ha sempre evitato accuratamente di rispondere. La prima riguarda proprio via Battisti e la richiesta di risarcimento dei danni al contribuente dovuti al fallimento di questa opera pubblica”.

“Il sindaco – sottolinea - infatti mantiene da due anni il più totale segreto riguardo all'accordo "bonario" che il Comune di Cesena avrebbe raggiunto con i progettisti riguardo proprio al risarcimento. Mentre sappiamo che il Comune ha avviato una azione legale contro l'impresa esecutrice non sappiamo nulla invece dell'annunciato accordo coi progettisti, ammesso che sia mai realmente esistito, e in particolare non sappiamo a quanto ammonti il risarcimento chiesto e se, e quando, questo sia mai stato pagato”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La seconda domanda – conclude -, che abbiamo rivolto al sindaco più volte senza risposta, riguarda le modalità del Comune di Cesena nell'affidamento degli incarichi di progettazione. Chiediamo da tempo infatti il perchè spesso tali incarichi, per cifre complessive anche superiori ai 100 mila Euro, non passano attraverso bandi pubblici, ma vengono affidati ad incarico diretto. Crediamo che prima di parlare di nuovi stadi, spiagge fluviali e delocalizzazione di ospedali il sindaco farebbe bene a rispondere a questi semplici quesiti che riguardano il modo di spendere il denaro pubblico da parte dell'ente locale. Una questione di trasparenza, sempre promessa dal sindaco e per ora ampiamente disattesa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento