Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

La Municipale sequestra 20 chili di funghi di dubbia provenienza

Vendeva funghi porcini per strada, senza permesso e, cosa ben più grave per la salute degli acquirenti, senza alcun documento che ne attestasse la provenienza

Vendeva funghi porcini per strada, senza permesso e, cosa ben più grave per la salute degli acquirenti, senza alcun documento che ne attestasse la provenienza. La scoperta è stata fatta dalla Polizia Municipale di Cesena (nel corso delle iniziative volte alla tutela dei consumatori e in collaborazione con la locale Guardia di Finanza) che ha sanzionato il responsabile.

Infatti, la vendita irregolare di funghi porcini freschi, prodotto altamente commercializzato in queste settimane di picco per la stagionalità, in maniera ambulante è vietata dalla legge su tutto il territorio nazionale. A peggiorare il quadro c'è il fatto che il venditore, un commerciante di Afragola (Napoli), non è stato in grado di dimostrare la genuinità dei funghi e la loro corretta tracciabilità.

Infatti, i funghi porcini erano privi di certificato di provenienza e si sospetta che fossero arrivati da paesi dell'est Europa. Al commerciante è stata inflitta una sanzione da 1.032 euro, mentre i funghi, circa 20 chilogrammi, sono stati sequestrati e verranno distrutti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Municipale sequestra 20 chili di funghi di dubbia provenienza
CesenaToday è in caricamento