M5S: "Il Pd sa dirci quando il Parco Ippodromo sarà ampliato?"

Il Movimento 5 Stelle (M5S) risponde alle recenti dichiarazioni pubbliche di esponenti del PD in merito alla vicenda della cementificazione del parco

Il Movimento 5 Stelle (M5S) risponde alle recenti dichiarazioni pubbliche del Segretario Comunale del PD e del Presidente del Quartiere Oltresavio, in merito alla vicenda della cementificazione del parco ippodromo. Secondo le loro affermazioni: “E' proprio grazie alla perequazione, ossia l’acquisizione di terreni a seguito della concessione di aree edificabili, che si è riusciti a realizzare il grande parco pubblico”.
 
Riteniamo – si legge - che questo sia un modo davvero singolare di concepire la tutela del territorio, sarebbe come sostenere che per ampliare un parco marino sia giusto e doveroso rilasciare concessioni per costruire un albergo proprio sulla costa. Fortunatamente, i cittadini sono in grado di capire che costruire nuove palazzine in aperta campagna, in area di esondazione fluviale, a ridosso di una rumorosa ferrovia, sottovento all’olezzo dei cavalli, con obbligo di future spese pubbliche per portare in quel luogo acqua, gas, luce, fogne, strade, illuminazione, non sembra essere il modo più intelligente per difendere il nostro territorio dalla progressiva e continua cementificazione selvaggia al quale è stato da troppi anni sottoposto”.
 
“Tutto questo cemento – sottolineano -, corrispondente a 5 nuove palazzine per 24 appartamenti (destinati probabilmente a rimanere sfitti), barattati con l’acquisizione di nuovi terreni da dedicare a parco, quando il resto del parco stesso giace incompleto da decenni, sfida realmente il buon senso. Tanto più che ora si edificheranno queste nuove costruzioni, consumando area agricola, ma non si sa ancora quando e se verrà davvero ampliato il Parco”.
 
“Facciamo inoltre notare – prosegue la nota - come negli ultimi dieci anni ben poco è stato inserito a bilancio per rendere fruibile il parco ippodromo esistente, in cui solo il primo lotto risulta adeguatamente attrezzato, mentre i lotti successivi (area del concerto Woodstock e area presso l’asse ferroviario) sono rimasti sostanzialmente abbandonati per decenni. Proprio questi ultimi infatti sono stati scelti come discarica temporanea per accumulare i detriti provocati dal nevone, altamente inquinanti”.
 
“Forse è proprio grazie a un piccolo post di Grillo – dichiarano dal movimento - apparso sul suo blog, nonché alle centinaia di email indirizzate al sindaco che ne sono seguite, che la giunta si sta ravvedendo, prendendo in considerazione lo spostamento della concessione edificatoria acquisita dai privati in luoghi già urbanizzati e raggiunti dai servizi primari. Questo avrebbe il duplice vantaggio di scaricare il comune da ulteriori e costosi oneri di urbanizzazione secondaria e al contempo preservare ciò che resta ancora di integro nell’area attorno al parco ippodromo”.
 
“Prendendo atto – concludono - dell’impossibilità di revocare ai privati i diritti edificatori già acquisiti, pur con migliaia di appartamenti sfitti in città,  potremmo accettare la delocalizzazione della capacità edificatoria in altra zona già urbanizzata, se sul piatto della stessa bilancia fossero posizionate credibili contropartite a beneficio della città. Se il PD scrive che “l'acquisizione di ulteriori 92.000 metri quadri di area privata è subordinata della costruzione di 6.000 mq residenziali“, lascia intendere che il Parco verrà davvero ampliato. Sono in grado di dirci quando?”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento