Cesena-Lazio, i romagnoli vincono al Manuzzi con una prova di forza

Una Lazio opaca travolta dalla voglia di vincere del cavalluccio. Primi tre punti in casa nel girone di ritorno per la formazione di mister Di Carlo

Foto di repertorio

Il Cesena ottiene la sua seconda vittoria consecutiva dopo il 2-1 a Parma e, complici le sconfitte di Chievo (1-2 in casa contro il Napoli) e Cagliari (2-1 a Bergamo contro l'Atalanta), riapre un discorso salvezza che solo due settimane fa sembrava chiuso. In attesa del Parma, impegnato domenica sera nel posticipo contro il Milan, la truppa di Di Carlo ottiene tre punti importantissimi contro una Lazio lanciata nella zona Champions League e fa impazzire l'Orogel Stadium, uscendo finalmente tra gli applausi e conquistando la seconda vittoria tra le mura di casa dopo quella di 5 mesi fa sempre contro il disastrato Parma di Donadoni.


PRIMO TEMPO
Subito partita in attacco, la Lazio ha fatto sudare freddo la difesa dei romagnoli con una palla nella loro area poi allontanata da Krajnc. Nei primi minuti, tuttavia, il Cesena ha alzato il baricentro sostenuta dai tifosi che hanno assiepato la curva. Fin dalle prime battute Parolo, l'ex della giornata, ha dimostrato una buona prestazione e, in campo, si sono assistite a scintille tra Renzetti e Basta. Prima occasione al 15' per la squadra di casa con Pulzetti che prende il tempo a Mauricio ma manda fuori il pallone. Pressing del cavalluccio ma, Defrel al 18', non approfitta di uno svarione di Mauricio. Pronta la risposta della Lazio che, al 21' con Candreva, riesce a superare due difensori ma il tiro dell'attaccante finisce nelle mani di Leali. Area del Cesena assediata dalla Lazio con l'ex Parolo che, da 30 metri, spara una fucilata costringendo Leali a una parata in due tempi. Al 27' prima azione dubbia della giornata dopo uno scontro nell'area della Lazio tra Defrel e Cana. Ennesimo brivido per il Cesena al 33': Candreva trova il gol sulla sponda di Mauri, ma l'arbitro annulla giustamente per l'offside del capitano della Lazio. In questa prima parte della partita, la squadra di casa mantiene il controllo della palla e gli avversari faticano a trovare gli spazi. Occasione sprecata per il Cesena che, al 39', non riesce a trovare la palla davanti a Marchetti. Djuric in spaccata non arriva per un soffio sul rasoterra di Brienza. Sale il cavalluccio che, negli ultimi minuti del primo tempo, l'area piccola degli avversari. Al 42', infatti, un destro di Pulzetti trova la testa di Mauricio che mette in angolo. Il primo tempo si conclude a reti inviolate.

SECONDO TEMPO
Il secondo tempo si è aperto senza nessun cambio nelle squadre e l'ennesima palla gol per il Cesena con un tiro di Brienza verso Defrel fermato, però, da Marchetti in uscita. Cartellino giallo, al 48', per Parolo a causa di un fallo su Giorgi. Al momento di difficoltà per la Lazio, con Pereirinha che riesce a fermare Brienza al limite dell'area, gli azzurri rispondono con una azione confusa in area del Cesena: Klose cade sul contrasto con Capelli, per il direttore di gara è solo corner. Sul calcio d'angolo, Mauricio stacca di testa ma la palla va alta. Il giocatore della Lazio viene poi ammonito, al 56', per un fallo su Brienza al limite dell'area di rigore. Poco prima le proteste del Cesena quando l'arbitro non ha sanzionato un fallo di Cana su Defrel lanciato verso l'area. Gol fantasma al 58' su punizione  dal limite calciata a giro da Brienza: palla respinta dal montante anche se sarà sicuramente una azione da rivedere. Cambio della Lazio: entra Keita, esce Ledesma. Il gol arriva al 60' con Defel: tiro di sinistro a incrociare da fuori area e la palla si insacca all'incrocio. Nuova sostituzione della Lazio al 64': Pereirinha, coinvolto in uno scontro, non ce la fa a continuare e Cavanda entra al suo posto. Al 70' il Cesena fa il suo primo cambio: entra Rodriguez, esce Djuric. Sempre più in difficoltà, la Lazio non riesce a superare la metà campo con gli attaccanti del Cesena che continuano a spingere: il destro dalla distanza di Pulzetti va a concludersi sul fondo e Defrel, da fuori, costringe Marchetti a deviare coi pugni in calcio d'angolo. Il raddoppio della squadra di casa arriva su autorete di Cataldi al 77': Defrel travolgente sulla destra, il suo cross rasoterra a centro area viene messo in rete da Cataldi che non riesce a rinviare. Cesena travolgente: sfiora la terza rete all'81' con un'azione di ripartenza orchestrata da Defrel. Rodriguez supera Marchetti ma Cataldi riesce a spazzare il pallone. Il terzo cambio della Lazio vede Mauri per Perea mentre, nel Cesena, esce Giorgi per Cazzola e Cascione sostituisce Pulzetti.. Al 85' la Lazio accorcia le distanze con Klose: l'attaccante si impossessa di un pallone vagante al limite dell'area e calcia al volo col destro. Cartellino giallo per proteste a Capelli che chiedeva all'arbitro un fallo di Perea su Krajnc in occasione del gol di Klose. Proteste veementi anche da parte di Domenico Di Carlo, che viene espulso dal direttore di gara a 3 minuti dalla fine. Mei 5 minuti di recupero la Lazio continua a calciare lungo dalle retrovie verso l'area di rigore del Cesena ma, i romagnoli, rispondono con il possesso di palla sventando tutti gli assalti.

CESENA 2 - LAZIO 1

15' 2T G. Defrel                42' 2T M. Klose
32' 2T D. Cataldi (Aut.)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento