Residenti contro il Giodì: "Non rispetta le regole, deve chiudere"

Tra residenti di via Isei e Giodì, il locale più discusso per via di schiamazzi notturni, è muro contro muro. Puntualmente si ripresenta il botta e risposta tra due fazioni che, da anni, non trovano la via per convivere

Foto segnalata dai residenti di via Isei

Tra residenti di via Isei e Giodì, il locale più discusso per via di schiamazzi notturni, è muro contro muro. Puntualmente si ripresenta il botta e risposta tra due fazioni che, da anni, non trovano la via per convivere. Troppo baccano anche nelle sere infrasettimanali, scarsa pulizia delle parti comuni denunciato da una parte e tutte le scusanti del caso sbandierate dall'altra. Di seguito l'ultimo intervento dei residenti in risposta al gestore Luis Villegas Escudero.

"Rispondiamo - si legge - ad ogni punto che il signor Escudero espone: settimane che chiede un confronto con noi residenti? Il locale è aperto da oltre tre anni e lui ne è il barista da tempo tale che dovrebbe ricordare che il confronto ci fu con i suoi ex titolari a cui noi stessi avevamo esposto le nostro semplici richieste: abbassare l’audio, mantenere pulita la zona, rispettare il sonno di tutti. Dopo quattro anni siamo ancora in attesa di vedere almeno una delle richieste che avanzammo in sede comunale".

"Che il signor Escudero si sforzi di fare la sua parte ci sembra un insulto all’intelligenza nostra e di tutta la città. In quale modo si sta sforzando? Evitando che i suoi clienti cantino a squarciagola tutta la notte e ci insultino quando chiediamo di abbassare i toni? Ma davvero il signor Escudero pensa che noi cittadini abbiamo 10-12 anni e vogliamo farlo chiudere per il compleanno (che non sappiamo nemmeno quando sia)?
Noi chiediamo all’Amministrazione che il locale venga chiuso definitivamente perché non conforme alle regole; se il signor Escudero si comportasse in maniera civile crede veramente che noi passeremmo le notti insonni, pensa davvero che perderemmo tempo con lui se il locale fosse a norma? A noi non interessa che il signor Escudero perda la clientela, a noi interessa che il locale rispetti le regole di convivenza civile".

"Per noi il signor Escudero può aprire il locale anche al centro di Milano, importante è che rispetti le regole, cosa che nel centro storico di Cesena non fa. Nessuno di noi cittadini pensa di essere padrone di questa zona cittadina, noi conviviamo tutti insieme, privati e esercizi pubblici; a differenza del signor Escudero però conosciamo le regole della convivenza civile e sappiamo rispettarle".

"Ovviamente - sottolineano - rispediamo al mittente ogni accusa di buttare bicchieri rotti davanti al locale perché per fortuna non siamo costretti ad usare questi mezzi giochetti. Soprattutto perché siamo noi stessi a dover pulire le strade il giorno dopo, ci fa ridere quando leggiamo che sia lui a pulire, perché questo non è affatto vero e le foto lo dimostrano. Tra le centinaia di foto e video che abbiamo fatto in questi anni alleghiamo alcune foto datate ultime settimane che ritraggono bicchieri di plastica sparsi ovunque per giorni, se il Signor Escudero li preferisce al vetro. Non accettiamo alcuna lezione dal Signor Escudero in fatto di dialogo e ci meravigliamo non poco che lui creda di prendere in giro l’intera città ponendosi come colui che ricerca una mediazione, quando da quattro anni si comporta come se la piazza fosse il cortile di casa sua".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il signor Escudero continuerà a fare il martedì universitario, il venerdì, il giovedì etc..rispettando le regole, ma ci chiediamo quali siano le regole che lui ha in testa... Si tratta di regole proprie, inventate da lui e i suoi clienti? Siamo curiosi di conoscerle. Comunque i fatti parlano da soli, per fortuna noi siamo in grado di produrre documentazioni varie vecchie e recenti sia all’Amministrazione che agli organi competenti, perchè le parole del signor Escudero possono far presa sui suoi clienti, ma si scontrano non poco con i fatti e di questo siamo estremamente lieti".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento