Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca

Ai domiciliari il bombarolo che fece esplodere l'auto di un avvocato

E' uscito dal carcere l'uomo che è stato arrestato dalla Polizia nel gennaio scorso per aver lanciato una bomba a mano sotto l'auto dell'avvocato Emmanule Andreucci

Simone Maraldi ha patteggiato quattro anni di reclusione da scontare ai domiciliari. E' uscito dal carcere l'uomo che è stato arrestato dalla Polizia nel gennaio scorso per aver lanciato una bomba a mano sotto l'auto dell'avvocato Emmanule Andreucci facendola esplodere in via Turchi, zona Madonna delle Rose. A dare la notizia è il Corriere di Romagna; il processo si è tenuto in tribunale a Forlì davanti al Gup Giovanni Trerè e dà l'idea di una pena mite rapportata al fatto compiuto.

Basti pensare che non c'è stato risarcimento per le parti offese (due avvocati) né per i proprietari delle auto in sosta raggiunte dalle schegge conseguenti la deflagrazione. Alcune, oltre ai buchi nella carrozzeria, hanno subito la rottura del lunotto posteriore. Ma soprattutto la via in cui si è consumato il traffico è a due passi dal centro e molto frequentata. La tragedia è stata solo sfiorata.

Intimidazione ad un avvocato di Cesena

Maraldi, un quarantunenne di Cesena doveva rispondere di detenzione di armi da guerra e utilizzo delle stesse a carattere intimidatorio, minaccia e danneggiamenti (nei confronti dell'avvocato Andreucci) e tentata estorsione e minacce ai danni dell'avvocato Lucrezia Pasolini.

La miccia da cui è esplosa una vicenda così violenta sarebbe da ricondurre al fatto che Maraldi non era rimasto soddisfatto dei consigli dell'avvocato Andreucci in una causa di separazione. Nei giorni che hanno preceduto l'esplosione, l'uomo si è rivolto anche con fare violento, sia a lui che all'avvocato Pasolini.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ai domiciliari il bombarolo che fece esplodere l'auto di un avvocato
CesenaToday è in caricamento