Emergenza casa, in arrivo 44 alloggi per l'affitto sociale

Sono 44 gli alloggi destinati all'housing sociale che il Comune di Cesena acquisirà grazie al percorso avviato nel luglio 2011 con la pubblicazione dell'avviso esplorativo per raccogliere le manifestazioni di interesse riferite a interventi di questo tipo

Sono  44 gli alloggi destinati all’housing sociale che il Comune di Cesena acquisirà  grazie al percorso avviato nel luglio 2011 con la pubblicazione dell’avviso esplorativo per raccogliere le manifestazioni di interesse riferite a interventi di questo tipo. In sostanza, l’avviso mirava a individuare privati interessati alla realizzazione dei nuovi alloggi da cedere al patrimonio comunale, offrendo loro in contropartita la possibilità di un addensamento degli indici edificatori, di un cambio di destinazione dell’area, o di altre modifiche che risultassero compatibili.  

Le proposte pervenute entro i termini sono state 16 e, dopo l’esame dell’apposita Commissione tecnica, ne sono state accolte 8, per un totale di 37 abitazioni. Durante la successiva fase di negoziazione, appena conclusa, è stato possibile far crescere il loro numero, portandolo a 44 unità complessive, per una superficie utile lorda totale di 3367 metri quadrati.

“In questo modo andiamo a incrementare in maniera molto significativa il patrimonio di alloggi pubblici da destinare all’affitto sociale – sottolineano il Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alle Politiche di qualificazione urbana Orazio Moretti – e tutto questo senza il consumo di un solo metro quadrato in più rispetto alle previsioni edificatorie del Prg. In realtà, la maggior parte delle proposte pervenute ha chiesto in cambio la trasformazione dell’area da polifunzionale a residenziale e/o commerciale, e in soli due casi è arrivata la richiesta di un leggero incremento dell’indice edificatorio”.

“Avevamo lanciato questa iniziativa – ricordano il Sindaco e l’Assessore Moretti – con l’intento di affrontare il problema abitativo, sempre più pressante a Cesena, in modo concreto anche attraverso il ricorso a modalità innovative. E infatti, a quanto ci risulta, nessun altro Comune ha ancora sperimentato questa formula, che sta suscitando molto interesse, come dimostrano le numerose altre Amministrazioni che ci chiedono informazioni per poter seguire il nostro esempio. Ma soprattutto, sono incoraggianti gli esiti a cui siamo approdati: lanciando l’avviso pubblico avevamo indicato una previsione di 25 alloggi, mentre oggi il loro numero è quasi raddoppiato. E non è escluso in futuro un ulteriore aumento: altre tre proposte pervenute potranno accedere a nuovi accordi per la realizzazione di eventuali altri 32 alloggi o, in alternativa, di opere di interesse pubblico. Questa operazione si affianca alla costituzione del Fondo immobiliare locale, attraverso il quale saranno realizzati 230 alloggi di housing sociale nell'ambito del comparto urbano Novello e di alcune altre aree di trasformazione residenziale. In questo modo nei prossimi anni saremo in grado di dare una risposta importante al bisogno abitativo della nostra città. La somma di queste due operazioni è la nostra risposta locale a una politica della casa che a livello nazionale manca ormai da troppi anni. Con queste nuove opportunità ci rivolgiamo in particolare ai giovani. E’ notizia di questi giorni il crollo delle richieste di mutuo per la casa, e sappiamo che sono soprattutto i giovani a incontrare gli ostacoli maggiori a richiederli e a ottenerli. Ma pensiamo anche in prospettiva a consolidare in questo modo la presenza dell’università, garantendo a una parte più ampia degli oltre 5000 studenti universitari dei corsi cesenati oltre che una migliore rete di servizi, anche la possibilità di trovare più facilmente soluzioni abitative alla loro portata”.

Delle aree interessate all’intervento, tre sono  in centro urbano o nelle immediate adiacenze ( Torre del Moro, via Madonna dello Schioppo), mentre le altre si trovano nelle frazioni di Martorano, San Giorgio, Case Missiroli, San Carlo, Pievesestina.

Ora, dopo il via libera dato dalla Giunta nella seduta odierna, la delibera approderà in consiglio comunale il prossimo 26 luglio.

Dopo l’approvazione del Consiglio, il Sindaco sarà autorizzato alla stipula dell’accordo preliminare di programma in Variante al Prg, insieme a tutti i soggetti coinvolti (oltre ai privati proponenti c’è anche la Provincia).

Questi contenuti saranno, poi, pubblicati per le osservazioni e solo al termine di questa fase sarà approvato l’accordo definitivo (verosimilmente entro l’estate 2013).

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento