Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Bibliotecaria infedele, il Comune parte civile per i furti di libri antichi alla Malatestiana

Nell'abitazione della donna erano stati trovati libri e documenti asportati dagli scaffali

L’Amministrazione comunale di Cesena si costituirà parte civile nel procedimento contro la dipendente della Biblioteca Malatestiana accusata di furto aggravato dopo che la Polizia di Stato avevo scoperto nella sua abitazione numerosi libri e altro materiale provenienti dalla stessa Biblioteca. La decisione è stata presa questa mattina dalla Giunta, che ha approvato la delibera in merito, e subito dopo il  Sindaco Paolo Lucchi e l’Assessore alla Cultura Christian Castorri lo ha comunicato con una lettera inviata a tutti i consiglieri comunali. Nella loro  comunicazione il Sindaco e  l’Assessore ripercorrono la vicenda risalente all’estate scorsa e - a tutela non solo degli interessi del Comune, ma anche dei suoi dipendenti onesti e di tutti i cesenati - ribadiscono la volontà di affrontare il caso con estremo rigore in tutte le sedi competenti, con l’auspicio che l’applicazione delle norme sui dipendenti pubblici sia la più severa possibile, non escluso il licenziamento della dipendente.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bibliotecaria infedele, il Comune parte civile per i furti di libri antichi alla Malatestiana

CesenaToday è in caricamento