Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Assegni rubati e "venduti". Si becca due anni per ricettazione

Due anni di galera per ricettazione. Si aggiungono a quelli che Walter Franco Rossi sta già scontando in carcere a Parma per un altro reato. Il giudice Alessandro Trinci lo ha riconosciuto colpevole

Due anni di galera per ricettazione. Si aggiungono a quelli che Walter Franco Rossi sta già scontando in carcere a Parma per un altro reato. Il giudice Alessandro Trinci lo ha riconosciuto colpevole nell'udienza giunta a sentenza martedì in tribunale a Cesena. Al centro del dibattimento c'erano due assegni in bianco; cinquemila euro la cifra complessiva. Sono stati rubati ad un cesenate a fine agosto del 2008. Secondo l'accusa, sostenuta dal Pm Elisa Faenza, Rossi sapeva che gli assegni erano oggetto di furto, ma ne è entrato in possesso per poi “metterli sul mercato”.

Ma non appena la vittima, che aveva accettato l'affare, si è recata in banca per poter incassare si è vista rispondere un secco no dall'altra parte del banco. A quel punto le è stato comunicato che gli assegni erano stati segnalati scoprendo così il raggiro.
La difesa era sostenuta dall'avvocato Claudia Pezzoni di Parma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assegni rubati e "venduti". Si becca due anni per ricettazione
CesenaToday è in caricamento