Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Cesena aderisce a VIVA 2013, la Settimana per la rianimazione cardiopolmonare

Anche Cesena aderisce a VIVA 2013, la settimana della rianimazione cardiopolmonare, in programma dal 14 al 20 ottobre

Anche Cesena aderisce a VIVA 2013, la settimana della rianimazione cardiopolmonare, in programma dal 14 al 20 ottobre, indetta dal Parlamento Europeo con l’obiettivo di migliorare la conoscenza e la formazione dei cittadini e degli operatori sanitari alla rianimazione cardiopolmonare. Domenica, a partire dalle 9, nel centro storico di Cesena (Piazza Almerici e Giovanni Paolo II) l’Azienda Usl di Cesena, assieme al Comune di Cesena, Banca di Cesena, Centro di Formazione IRC di Cesena, Gruppo Protezione Civile del Comune di Cesena, Codice Blu per Salvare una Vita, Assocuore, Convenzione di Ginevra 22 agosto 1864, Avis Cesena, promuove una giornata ricca di incontri e dimostrazioni pratiche per mettere in luce l’importanza degli interventi di primo soccorso, come per esempio il massaggio cardiaco o la respirazione artificiale.

Manovre che per le loro caratteristiche di semplicità ed efficacia, possono essere eseguite da chiunque, anche senza una preparazione sanitaria e che, all’occorrenza, possono salvare una vita. Nel corso della mattinata, a partire dalle ore 10, si terrà un addestramento teorico-pratico, guidato dagli istruttori del Centro IRC e della Croce Rossa di Cesena, sulle principali manovre di soccorso, a cui prenderanno parte, fra gli altri, volontari dei gruppi di Protezione Civile di Cesena e Savignano. Le simulazioni si svolgeranno negli stand collocati in piazza Almerici e in piazza Giovanni Paolo II e tutti i cittadini avranno la possibilità di osservare da vicino le varie manovre da effettuare in questi casi.

La mattinata si concluderà alle ore 13, in piazza Almerici con la consegna degli attestati ai partecipanti dell’esercitazione. Interverrà il sindaco Paolo Lucchi, che nell’occasione presenterà anche l’opuscolo “Vanda Panda”, predisposto dalla Protezione Civile del Comune di Cesena per i bambini e le loro famiglie, contenente informazioni utili per prevenire il coinvolgimento dei bambini in incidenti domestici e stradali. A seguire, il presidente della Banca di Cesena Valter Baraghini consegnerà tre defibrillatori, donati dal suo Istituto di Credito, al Gruppo di Protezione Civile del Comune di Cesena, al Centro Sportivo Endas e al Liceo Classico “Monti”.

Il programma prosegue nel pomeriggio, alle ore 16, quando in piazza Almerici andrà in scena “Il gioco dell’oca della sicurezza” per tutti i bambini. Alle ore 16.20 è prevista una lezione sulla prevenzione degli incidenti stradali e domestici in età pediatrica con il dottor Massimo Monti del 118 Romagna Soccorso. La giornata si concluderà, intorno alle ore 17, con una esercitazione pratica di manovre salvavita in età pediatrica eseguita su manichini da istruttori della Croce Rossa di Cesena. L’iniziativa sarà, inoltre, l’occasione per parlare del progetto “Codice Blu per salvare una vita”, attivo dal 2003 sul territorio dell’Azienda Usl di Cesena con lo scopo di promuovere una distribuzione il più capillare possibile di defibrillatori semi-automatici (DAE) per combattere la morte cardiaca improvvisa. Fenomeno che colpisce ogni anno 400.000 persone in Europa e circa 60.000 in Italia. “Il 118 - spiega Patrizia Matassoni, responsabile del Progetto - è impegnato da anni in un’opera di sensibilizzazione e di formazione del personale non sanitario all’utilizzo dei defibrillatori semi-automatici. Dal 2003 sono stati 130 i defibrillatori presenti sul territorio con più di 1300 persone formate. La speranza è che i DAE possano essere presenti nei luoghi di lavoro, nelle scuole, nei quartieri, nelle società sportive, nelle piazze, nei supermercati, nelle chiese, nei circoli ricreativi e in tutti i luoghi dove statisticamente è più probabile si realizzi una morte improvvisa”. “La disponibilità di queste apparecchiature nei luoghi pubblici e la presenza di persone che le sappiano utilizzare tempestivamente – sottolinea il sindaco Paolo Lucchi - può davvero salvare la vita in caso di arresto cardiaco improvviso. Il Comune di Cesena attualmente ne ha in dotazione cinque, di cui uno all’Anagrafe, dove risulta la maggior affluenza di pubblico, 1 alla Biblioteca Malatestiana e 1 al Teatro Bonci, mentre 2 defibrillatori portatili si trovano sui mezzi utilizzati dalla Polizia Municipale in caso di incidenti. Ad ora si aggiunge quello donato alla nostra Protezione Civile dalla Banca di Cesena, che ringrazio per la generosità e la sensibilità dimostrata”.

L’evento ha ottenuto l’alto patronato del Presidente della Repubblica ed il patrocinio del Senato della Repubblica e della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena aderisce a VIVA 2013, la Settimana per la rianimazione cardiopolmonare
CesenaToday è in caricamento