Cronaca

Centro storico, non tutti vanno male. Un negoziante: "Io ho aperto e sono soddisfatto"

Nel dibattito sull'andamento del centro storico e dei suoi problemi non tutti, come è normale che sia, la vedono alle stesso modo e, soprattutto, non tutti la vedono buia.

Nel dibattito sull'andamento del centro storico e dei suoi problemi non tutti, come è normale che sia, la vedono alle stesso modo e, soprattutto, non tutti la vedono buia. Sebbene le chiusure di storiche attività sia un dato obiettivamente preoccupante, non bisogna dimenticare che c'è chi apre. Ultimamente sono comparsi i cartelli "Chiuso" in due esercizi del Foro Annonario, anche il Centro Tim, importante per il centro storico come tutte le attività di servizio, ha deciso di chiudere in corso Mazzini con un impietoso cartello che rimanda la clientela ai punti vendita Tim dei centri commerciali, e poi ancora Zama, "Original Marines" e la storica edicola di piazza Fabbri.

Ma appunti, non tutti i negozianti del centro storico di Cesena si lamentano per i cattivi affari, e c'è anche chi vede nella città malatestiana l'occasione per iniziare una nuova attività e ne prevede un roseo  futuro. Fa sentire in questo dibattito il suo punto di vista, un po' controcorrente, Denis Di Lorenzo che con la cesenate Diletta Calandrini gestisce il “Vademecum”, negozio fashionstore per uomo e donna, in un corso centrale della città. Denis, un giovane riccionese di ventinove anni, dopo aver collaborato nell'altro negozio di Rimini ha aperto in franchising lo scorso novembre.

"IO HO SCELTO CESENA, ECCO PERCHE'" ==> continua

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro storico, non tutti vanno male. Un negoziante: "Io ho aperto e sono soddisfatto"

CesenaToday è in caricamento