menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro San Biagio, l'assessore Castorri: "Il Comune non vuole chiuderlo"

"Non si sta attuando una chiusura del Centro Culturale "San Biagio" e non è questo il fine che vuole perseguire l'Amministrazione Comunale: le linee di indirizzo hanno fra i vari obiettivi quello di valorizzare il patrimonio

“Non si sta attuando una chiusura del Centro Culturale “San Biagio” e non è questo, erroneamente rappresentato, il fine che vuole perseguire l’Amministrazione Comunale: le linee di indirizzo, individuate da questa Amministrazione per le politiche culturali da perseguire in questo mandato, hanno fra i vari obiettivi quello di valorizzare il patrimonio (materiale e immateriale) esistente e sviluppare le potenzialità in ambito artistico – culturale – turistico, anche attraverso l’identificazione di modelli gestionali e organizzativi più idonei ed efficaci”: per ribadire le intenzioni del Comune sul San Biagio l’Assessore alla Cultura Christian Castorri ha tenuto venerdì una conferenza stampa.

Conferma Castorri: “Il Centro Cinema e l’intero Centro Culturale San Biagio, certamente, occupano un posto di primo piano. Vogliamo valorizzare il Centro Cinema e il patrimonio documentario ad esso affidato. E per cominciare, reputiamo importante compiere il riordino e la catalogazione completa dei fondi del Centro Cinema, attualmente solo parzialmente classificati, con l’obiettivo di attivare un percorso che permetta a professionisti del settore, studiosi, esperti, ma anche persone interessate di poter accedere più facilmente alla consultazione dell’archivio, favorendo così anche l’avvio di nuovi contatti e la nascita di progetti che possano avere un respiro più ampio. Si pone in questa linea la volontà di trasferire in Biblioteca la parte documentaria ancora non catalogata. Le professionalità presenti in biblioteca potranno contribuire a velocizzare le necessarie operazioni di catalogazione”.


 

Anzi, per l'assessore il Comune ha anche aggiunto delle risorse: “Le maggiori risorse per 15.000 euro, che l’Amministrazione Comunale ha destinato per le edizioni 2015 di CliCiak e di “Piazze di Cinema”, testimoniano come sia forte la volontà di promuovere ulteriormente il concorso fotografico CliCiak - ormai giunto alla 17^ edizione e ancora un unicum nel suo genere in Italia - e la rassegna cinematografica in Piazza – ormai appuntamento culturale cittadino di riferimento.
 

Altro elemento che testimonia la volontà di questa Amministrazione Comunale di volere valorizzare il Centro Cinema è l’avvio di un percorso di confronto – già avvenuto - con altre realtà d’eccellenza legate al Cinema (giovedì 19 marzo farò visita al direttore della Cineteca di Bologna), affinché possano essere gettate le basi per una programmazione in grado di guardare al futuro con convinzione. Programmazione che, come previsto in delibera e condiviso dal Consiglio Comunale, avverrà attraverso la realizzazione di uno specifico e complessivo progetto di rilancio del Centro Cinema”.
 

Castorri si rende conto quindi dei dissensi: “Sono consapevole come di fronte ad una proposta politica, diverse possano essere le interpretazioni, che però non devono fornire una fotografia distorta di quella che è la realtà, oggettivamente verificabile, e di quelle che sono le volontà dell’Amministrazione, condivise dalla quasi totalità del Consiglio Comunale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento