menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centro Anch'io: "Il problema sicurezza è tornato attuale, si sospenda la Ztl in orario notturno"

"Che non si parli di percezione o ci si nasconda dietro alle statistiche delle altre città: Cesena, per il bene dei suoi cittadini, non può e non deve permettersi di tollerare oltre tale situazione"

L'associazione Centro Anch'io tiene alta l'attenzione sul problema sicurezza, tornato d'attualità in particolare per alcuni episodi che si sono verificati nel cuore della città. "Sarà una coincidenza ma di lì a poco l'installazione dello ZTL H24 in centro storico si verificarono numerosi furti ed atti vandalici, soprattutto a danno e spese degli esercenti. Per questo dopo un 2017 pieno di spiacevoli eventi, l’anno seguente cercammo di sollecitare Amministrazione Comunale e Forze dell’ordine ad una serie di incontri su cui dibattere il problema e le possibili soluzioni. Il buon esito delle indagini svolte permise ad operatori e fruitori di dormire sonni più tranquilli nei mesi a seguire ma i recenti atti di delinquenza hanno rievocato l’incubo dell’insicurezza".

"Che non si parli di percezione o ci si nasconda dietro alle statistiche delle altre città: Cesena, per il bene dei suoi cittadini, non può e non deve permettersi di tollerare oltre tale situazione. Anche durante gli ultimi Consigli di Quartiere si è fatto notare (come anche la nostra Associazione ha ribadito più volte) l'importanza di sospendere lo ZTL in fascia notturna. Questo sarebbe un primo passo per tornare a quel presidio naturale favorito dal transito delle poche ma preziose autovetture che agirebbero da deterrente contro i malviventi, che altrimenti sarebbero lasciati liberi di agire indisturbati". 

"Oltre a ciò siamo convinti - prosegue ancora Centro Anch'io - che la particolare conformazione del centro (per non dire vulnerabilità) necessiti del ripristino del corpo di guardia sotto il loggiato del Comune, impegnato in una costante attività di prevenzione per compensare le poche pattuglie disponibili a presidio del territorio. La scarsa o mancata collaborazione di tutti quei cittadini che sfiduciati dalle Istituzioni continuano nel non denunciare o segnalare i reati, non è giusto siano l'alibi per non porre soluzioni concrete ai continui reali disagi. Se c'è una cosa che abbiamo imparato dal dramma della pandemia che stiamo tuttora affrontando, è che tutto ha un limite e a nostro parere continuare ad ignorare il problema della sicurezza contribuirà solo a peggiorare irrimediabilmente le cose".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ristrutturare

Muri portanti: cosa c'è da sapere prima di modificarli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento