Cena augurale e piena operatività per Avas Protezione Civile

L’associazione si doterà di una seconda mandata di divise, finanziata con risorse proprie, in consegna nei primi mesi dell’anno prossimo

Si è svolta venerdì scorso la consueta cena di auguri dell’Associazione Volontari Alto Savio di Protezione Civile Avas con la presenti circa una 30 di soci. Non è stato solo un momento conviviale, ma anche l’occasione per tirare le somme dell’intensa attività di quest’anno, dove l’associazione ha ottenuto importanti e positivi risultati, svolgendo un ruolo importante di sostegno alle operazioni di Protezione Civile essenziali nei momenti delle emergenze e non solo. Infatti è stata affrontata per il 2017 la gestione emergenza neve di gennaio, la recente emergenza esondazioni in Emilia ed emergenza vento che ha colpito anche i nostri territori dei giorni scorsi, tutte attività in cui sono stati presenti alcuni volontari operativi dell’associazione.

Ma per fortuna l’associazione è riuscita a mettere in atto numerose attività al di fuori delle situazioni di emergenza. Sono state fatte campagne divulgative del mondo di Protezione Civile, con la presenza di stand alle fiere e sagre del territorio e nei mercatini estivi. E’ stato dato sostegno al Giro d’Italia, evento internazionale che ha richiesto numerose forze volontarie, coordinate dagli organi di servizio d’ordine locali e durante il Festival di fine settembre, tradizionale evento promozionale delle peculiarità ed eccellenze della nostra vallata, è stata organizzata un’esposizione di alcuni mezzi e attrezzature di Protezione Civile dove parallelamente è stato simulato il montaggio e lo smontaggio di una tenda P.I. 88, riscontrando una positiva e soddisfacente partecipazione dei soci operativi dell’associazione. Ma oltre a questo sono state portate a termine alcune attività essenziali, come la sottoscrizione della convenzione con Unione dei Comuni Valle del Savio abbinata ad un contributo che lo stesso ente  ha messo a disposizione e il completamento della procedura formale di affidamento della nuova sede dell’associazione, all’interno di Palazzo Pesarini in Via Verdi a San Piero in Bagno. Sono proseguite le attività di formazione di base di nuovi volontari operativi, a cui si sono aggiunte attività formative specializzate, come la formazione di addetti all’antincendio boschivo Aib e i corsi di guida fuoristrada.

"Siamo molto soddisfatti, tra l’altro al mio primo anno di mandato da presidente, frutto di un lavoro sinergico e di squadra con tutto il consiglio direttivo dell’associazione, senza un lavoro di squadra e condivisione totale non si raggiungerebbero tali risultati - ha dichiarato Gian Pasquale Petranca -. C’è ancora molto da fare e siamo tutti volontari, però ci stiamo impegnando per ottenere il massimo risultato. Devo ringraziare i colleghi del direttivo, i nostri volontari, le amministrazioni Comune di Bagno di Romagna e Unione Valle Savio per la presenza e disponibilità costante ed infine grazie al Coordinamento Provinciale con cui stiamo avendo un’ottima collaborazione. Lo stesso infatti ha messo a disposizione in forma permanente un mezzo a nostro utilizzo esclusivo, già consegnatoci e la consegna a breve, entro l’estate 2018, di un ulteriore mezzo fuoristrada attrezzato per l’anticendio boschivo, in modo di poter salvaguardare meglio il nostro territorio in termini di emergenza incendi. Oltre ai mezzi ci stiamo dotando anche di attrezzature indispensabili per la gestione delle emergenze". L’associazione si doterà di una seconda mandata di divise, finanziata con risorse proprie, in consegna nei primi mesi dell’anno prossimo, aggiungendosi così alle divise già acquistate nel 2015 e finanziate da un’eccellente realtà industriale locale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento