rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Castorri: "Con la Destinazione Romagna dobbiamo alzare gli standard dei siti turistici"

Novità a livello turistico. Da qualche mese è nata, con l’approvazione della Giunta regionale, la destinazione turistica Romagna

Novità a livello turistico. Da qualche mese è nata, con l’approvazione della Giunta regionale, la destinazione turistica Romagna (composta da quattro territori: Forlì-Cesena, Ravenna, Rimini e Ferrara). Si tratta di un nuovo organismo, presieduto dal sindaco di Rimini, con l’obiettivo di sviluppare iniziative di promozione, valorizzare i territori e sostenere azioni promo-commerciali degli operatori privati.  Ora è un concetto, ma tra qualche mese diventerà realtà.

"Cosa vuol dire? - ha spiegato l'assessore a Cultura e Turismo di Cesena, Christian Castorri, durante una conferenza stampa per la festa del Rubicone di domenica 3 settembre - Significa che nei depliant e nei vari canali di promozione turistica verranno pubblicizzati insieme i mosaici di Ravenna, la Biblioteca Malatestiana e la Domus di Rimini. Cambia la strategia, ma anche la filosofia di fare turismo. Si propone la Romagna tutta insieme, con le sue bellezze, superando i vari campanilismi. E non si tratta solo di collaborazioni, ma di promozione vera e propria". 

Necessario, comunque, strutturare questi luoghi di interesse culturale in modo preciso e puntale. "Adeguandoci agli standard europei - ha continuato Castorri - dobbiamo attrezzare i luoghi culturali di servizi e di contenuti. Visite in lingua, orari più dilatati, accoglienza turistica più elastica, capacità di mettere in relazioni i vari punti di interesse".  Una crescita non di poco conto ma che sicuramente non deve trovare impreparata una terra a vocazione turistica come la Romagna e ancora carica di potenzialità da sviluppare. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castorri: "Con la Destinazione Romagna dobbiamo alzare gli standard dei siti turistici"

CesenaToday è in caricamento