L'autenticità romagnola come sfondo del cortometraggio: ecco i giovani che provano il casting

Il Foro annonario di Cesena trasformato in casting alla ricerca di attori da inserire nel cortometraggio "La stanza di Melchior"

Il Foro annonario di Cesena trasformato in casting alla ricerca di attori da inserire nel cortometraggio "La stanza di Melchior" per la regia di Sergio Canneto e produzione Combo di Bologna. Tanti ragazzi e ragazze si sono messi in fila per un provino girato nello spazio in cui fino a qualche anno fa si trovava Tigotà. Il regista (selezionato nel 2012 al Festival di Locarno tra i talenti emergenti del cinema europeo) per ora, ha individuato due attori ma ci sono molti ruoli ancora aperti e la caccia a volti nuovi non finisce mai.

Il cortometraggio sarà girato a fine maggio nelle campagne romagnole, tra Bellaria e Longiano, e poi in una città che ancora non è stata ben identificata, ma - come spiega il regista - potrebbe trattarsi anche di Cesena. E' un film di formazione, dove si partirà da una situazione di infanzia e di gioco nelle più autentiche campagne romagnole per arrivare alla scoperta del mondo attraverso il proprio corpo. Un approdo difficile dove contrasti e autenticità dell'esistenza saranno tappe fondamentali e di crescita. "Mi sono innamorato della romagnolità - ha spiegato Canneto, regista marchigiano che da due anni e mezzo vive a Bellaria - è un modo di essere, direi una condizione vera e propria. Ho scoperto un'ospitalità che ha dell'incredibile ai giorni nostri la gente in campagna è ancora autentica, autentica come il dialetto che cambia da paese a paese". 

Fuori dalla sala dei provini molti ragazzi e ragazze in fila. Tutti con la passione del cinema e con un sogno nel cassetto pronto a trasformarsi in progetto. Alcuni hanno già studiato teatro, altri si stanno preparando per superare l'esame all'Accademia d'arte drammatica di Roma. Come Francesco, 20 anni di Rimini, che nonostante sia giovanissimo non perde un provino in giro per l'Italia. Lui ha deciso  che da grande vuole fare l'attore. "Ho fatto un po' di teatro amatoriale - ci racconta - ma il prossimo anno voglio provare l'Accademia, voglio studiare perché mi piace troppo il mondo del cinema e del teatro. Mi piace dare emozioni e mi piace riceverne. E poi, visto che si fatica a trovare lavoro con qualsiasi laurea in tasca, allora almeno faccio quello che mi piace".

Anche Martina, 23 anni di Cesena, laureata in enologia e con alcuni corsi di teatro alle spalle, ama recitare. "Ovviamente mi piace anche quello per cui ho studiato, ma il teatro e la recitazione hanno sempre un posto speciale nel mio cuore".  "Non era richiesta esperienza - spiega Ilaria 22 anni cesenate - e io sono venuta per provare. Tentar non nuoce. Mi sono diplomata al Conservatorio ma recitare resta una mia grande passione". Tra i ragazzi fuori in attesa c'è anche il nipote della grande Chiara Guidi della Raffaello Sanzio. E' Clemente, 19 anni che studia Scienze della Comunicazione. "Voglio laurearmi - spiega Clemente - però mi piace veramente molto il mondo del cinema e farò di tutto per seguire il mio sogno". Le premesse sono veramente buone, ora serve tanto lavoro, costanza e forse anche un po' di fortuna. 

casting foro annonario 2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

Torna su
CesenaToday è in caricamento